Una grande prova conduce i leoni ad una splendida vittoria

Sport

TREVISO – Marcatori: 2’ meta Dombrandt, 6’ meta Sperandio tr. McKinkey, 11’ p. McKinley, 24′ meta Dombrandt tr. Lang, 30′ p. McKinley, 37′ meta Sperandio, 47′ p. Smith, 53′ p. McKinley, 58′ p. Smith, 75′ p. Smith, 80′ meta Ioane

Note: 71’ giallo a Negri

Benetton Rugby: 15 Jayden Hayward, 14 Luca Sperandio, 13 Tommaso Benvenuti (59’ Marco Zanon), 12 Luca Morisi, 11 Monty Ioane, 10 Ian McKinley, 9 Tito Tebaldi (50’ Dewaldt Duvenage), 8 Marco Barbini (68’ Alberto Sgarbi), 7 Braam Steyn, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd (c), 4 Marco Fuser (35’ Irné Herbst) (40’ Marco Fuser) (59’ Irné Herbst), 3 Simone Ferrari (66’ Tiziano Pasquali), 2 Luca Bigi (40’ Hame Faiva), 1 Nicola Quaglio (59’ Derrick Appiah)

A disposizione: 20 Giovanni Pettinelli

Head Coach: Kieran Crowley

Harlequins: 15 Mike Brown, 14 Nathan Earle, 13 Joe Marchant, 12 Francis Saili (59’ Paul Lasike), 11 Gabriel Ibitoye (50’ Cadan Murley), 10 James Lang (45’ Marcus Smith), 9 Charlie Mulchrone (35’ Niall Saunders), 8 James Chisholm (c), 7 Jack Clifford, 6 Alex Dombrandt, 5 Mat Luamanu (61’ Ben Glynn), 4 George Merrick, 3 Phil Swainston (40’ Will Collier), 2 Dave Ward (53’ Max Crumpton), 1 Joe Marler

A disposizione: 17 Lewis Boyce

Head Coach: Paul Gustard

Giornata speciale allo Stadio Monigo dove nel prepartita si è tenuta l’inaugurazione della copertura della Tribuna Est con il tradizionale taglio del nastro.

Dopo aver osservato un minuto di silenzio contro la violenza sulle donne, la gara ha inizio. Gli ospiti partono subito bene, l’ex biancoverde Luamanu serve Dombandt che va a marcare; Lang non è preciso dalla piazzola.

Gli uomini di coach Crowley non si scompongono ed al 6’ Hayward trova Barbini, il quale trova il varco dentro i 22 avversari e passa a Sperandio mandandolo di fatto in meta; McKinley dalla piazzola trasfroma.

Supportati da uno splendido Stadio Monigo, i Leoni portano pressione dentro la zona rossa degli inglesi conquistando un calcio di punizione poi capitalizzato da McKinley. Gli Harlequins rispondono ma i biancoverdi, oggi in tenuta blu, danno prova di una strepitosa fase difensiva che costringe gli ospiti al tenuto.

Nonostante lo standard difensivo elevato dei Leoni, al 24’ gli Harlequins trovano la seconda meta ancora con Dombrandt, il direttore di gara si consulta con il TMO e convalida la marcatura; Lang trasforma.

Al 30’ la pressione offensiva di capitan Budd e compagni produce un calcio di punizione che McKinley non sbaglia portando così i suoi in vantaggio. Sullo scadere di primo tempo, in un Monigo gasato da alcuni placcaggi di Ioane, i Leoni muovono velocemente l’ovale che giunge all’ala con Sperandio pronto a marcare. McKinley nel tentativo di trasformare colpisce il palo esterno.

La prima frazione di gioco vede il Benetton Rugby in vantaggio 18 a 12.

Nella ripresa, precisamente al 47’, fuorigioco commesso dai Leoni che concedono agli Harlequins la possibilità di andare per i pali, Smith accorcia così le distanze.

Al 53’ i Leoni hanno la possibilità di allungare conquistando una punizione in attacco sotto i pali avversari. Dalla piazzola McKinley non sbaglia portando il punteggio sul 21 a 15. Gli inglesi rispondono nella stessa maniera ancora con Smith.

A nove minuti dalla fine i Leoni restano in 14 per il giallo a Negri e come se non bastasse subiscono il pareggio di Smith ancora una volta dalla piazzola. Ma quando tutto sembra concluso, Sperandio serve con un offload Ioane che si invola verso la meta regalando ai suoi la meta della vittoria.

Il Benetton Rugby batte così gli Harlequins 26 a 21