Home Scienza & Tecnologia Italy-Us Space Cooperation on suborbital flights

Italy-Us Space Cooperation on suborbital flights

Aerospazio: “il presidente Emiliano all’Ambasciata d’Italia a Washington per la firma di un accordo tra Virgin Obit, Virgin Galactic e gruppo Angel di Vito Pertosa

Oggi nella sede dell’Ambasciata d’Italia a Washington è stato firmato, nell’ambito dell’evento “Italy-Us Space Cooperation on Suborbital Flights”, un importante accordo tra Virgin Orbit, Virgin GALACTIC e Gruppo ANGEL.

Sono intervenuti per la Regione Puglia: il Presidente Michele Emiliano.

Per l’Ambasciata d’Italia: Armando Varricchio (Ambasciatore d’Italia), Stefan Cont, Lamberto M. Moruzzi, Roberto Vittori, Francesco P. Cannito e Pietro Giacalone.

Per il Politecnico di Bari: il Rettore Eugenio Di Sciascio e il prorettore Vito Albino.

Per conto del ministero degli Affari esteri: Vincenzo De Luca, DG per la promozione del sistema economici italiani.

Per Angel Group: il CEO Vito Pertosa e il fondatore di Blackshape Angelo Petrosillo. In rappresentanza di Virgin Galactic e Virgin Orbit: il CEO George T. Whitesides e Sirisha Bandla.

“Siamo nell’ambasciata italiana di Washington – ha detto il presidente Emiliano – abbiamo appena firmato un accordo importantissimo che potrebbe cambiare la storia dell’accesso umano allo spazio. Come vedete la Virgin Galactic e la Angel di Vito Pertosa, che è un’azienda pugliese, hanno firmato questo accordo molto importante che potrebbe consentire a breve presso l’aeroporto di Grottaglie di iniziare i voli suborbitali”.

“Si tratta del primo aeroporto d’Europa – ha continuato Emiliano –  ad avere il decreto come spazioporto che abiliterebbe questo a struttura aeroportuale importantissima dalla quale già partono tutte le esportazioni pugliesi verso gli Stati Uniti. Voi immaginate che l’aereospazio è il primo settore di esportazione della Puglia verso gli Stati Uniti, quindi è di grandissima importanza. La carlinga dell’aereo più importante della Boeing, il Dreamliner, viene costruita già a Grottaglie ed esiste una combinazione produttiva che favorirebbe i voli sub-orbitali. In particolare la presenza di una grande Università e Politecnico di Puglia, il Politecnico di Bari, le strutture turistiche che esistono vicino a Grottaglie, la grande capacità industriale della manodopera che si è formata in questi anni in provincia di Taranto. Tutto questo evidentemente può offrire un modello industriale alternativo a quello dell’ILVA e dell’acciaio e quindi per noi questa questo accordo ha un’importanza straordinaria”.

“Mi auguro – ha concluso Emiliano – che a breve ci possano essere i primi voli turistici nei quali addestrare, diciamo così, gli aspiranti astronauti europei per questi primi voli. Ma soprattutto questi aerei consentirebbero di mettere in orbita i microsatelliti prodotti in Puglia a costi infinitamente inferiori a quelli dei lanciatori tradizionali. Insomma oggi è una giornata di grandissima importanza e qui, presso l’ambasciata italiana a Washington, stasera si svolgerà l’evento in cui la Puglia è Regione d’Onore del Niaf la grande organizzazione degli italoamericani d’America”.

Altre info 

Nei primi sei mesi del 2018 le esportazioni dalla Puglia verso gli Usa hanno superato i 351,6 milioni di euro.

Sotto il profilo delle merci, le relazioni commerciali tra Puglia e Stati Uniti si identificano in un comune denominatore: l’aerospazio. Il comparto degli aeromobili, veicoli spaziali e relativi dispositivi assorbe infatti, nel 2017, la metà del valore dell’export pugliese verso questo Paese (ben 444 milioni di euro).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui