Def, l’attacco dei sindacati. Confindustria, bagno di realismo

Politica & Diritti

Conte, difendo le scelte di redazione

Sul Def, il governo difende le sue scelte. Il premier fa sapere che per evitare l’aumento dell’Iva si punterà su “spending review ed expenditures”. Ieri nessun litigio o diverbio in CdM, precisa Conte, ma una “normale dialettica”. Il vice premier Di Maio: ‘follia aumentare l’Iva, non servirà per fare la flat tax’. E Salvini: “entro l’anno rivoluzione storica per semplificare la vita alle famiglie”. Poi aggiunge: “Tria non ha detto che per fare la flat tax bisogna aumentare l’Iva”. E invita a fare come diceva De Gasperi: “non si deve guardare alle prossime elezioni, ma alle prossime generazioni”. Critici i sindacati, che chiedono un confronto con il governo, mentre Confindustria parla di “bagno di realismo”.

“Nella bozza di Def il governo boccia se stesso; insiste nelle inesattezze e certifica gli errori fatti sulle stime della crescita; prevede un calo nell’occupazione e un aumento della disoccupazione”. Così il leader della Cgil, Maurizio Landini.”Il governo continua a prendere il giro gli italiani con misure di propaganda elettorale come la flat-tax”, aggiunge rimarcando che non c’è “più tempo da perdere”, serve “una diversa politica economica” e “una vera riforma fiscale. Così non si regge, rischiamo seriamente di andare a sbattere”.

“Il governo con il Def ha indicato una crescita dello 0,1%, noi avevamo 0,2% due settimane fa e per questo siamo stati un po’ criticati. Ci fa piacere questo atto di realismo. Non è un punto decimale che fa la differenza,
i dati mi sembra che convergono, non delegittimo nessuno. Il problema non è di chi è la colpa, ma come reagire”. Lo ha detto il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, che ha concluso le assise di Confindustria Piemonte.
“Ci aspettiamo che con il decreto crescita e con lo sblocca cantieri vada in porto una operazione massiva e temporalmente rilevante, bisogna fare quanto prima in modo da non subire il rallentamento economico e cavalcare un’idea di un’Italia che deve reagire perché ha una potenzialità incredibile”, ha affermato.