Il porto di Taranto: fonte di sviluppo economico per il territorio ionico

Ambiente & Turismo

Lo sviluppo economico del territorio ionico non può che giovarsi dello straordinario contributo  di un porto strategico come quello di Taranto.

Ho colto con molto entusiasmo la doppia iniziativa che si è svolta, presso l’autorità Portuale di Taranto, questo pomeriggio, con il lancio del percorso in collaborazione con Porto XL ( il primo acceleratore marittimo di start up del porto di Rotterdam, con sedi ad Anversa e Singapore) , e l’inaugurazione del progetto pilota “Balab in porto”.

Due eccezionali eventi che fanno parte del percorso di realizzazione del Future Port Innovation Hub del Porto di Taranto per il quale c’è grande sinergia tra Università “Aldo Moro” di Bari e Autorità Portuale di Taranto.

Si tratta di un progetto molto importante che potrebbe fare della città di Taranto il primo hub di innovazione dedicato al trasporto marittimo, alla logistica e dunque alla Blue economy,e che darebbe l’opportunità altresì di sviluppare anche altre attività di supporto e non.

La Regione Puglia non farà mancare il suo contributo in tale direzione, preannunciamo infatti la stipula a breve di una convenzione tra l’Assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia e il Balab  per la realizzazione di questo progetto.

Auspichiamo un grande coinvolgimento dei nostri giovani  in start up innovative, aperte al mondo, che possano sfruttare le eccezionali caratteristiche  del territorio per creare occupazione, sviluppo e benessere ad una terra dalle enormi potenzialità.

Mino Borraccino

Assessore allo Sviluppo Economico

Regione Puglia