Fiera San Giorgio: due gli eventi di questa sera

Eventi & Spettacoli

Si inaugura oggi la 725a edizione della Fiera regionale San Giorgio in programma fino al 28 aprile 2019 a Gravina in Puglia (Ba), appuntamento che da oltre 700 anni ha permesso a molte aziende, associazioni culturali, sportive e di volontariato, enti territoriali come il Parco nazionale dell’Alta Murgia, realtà istituzionali come la Banca Popolare di Puglia e Basilicata, di presentare la propria vetrina a visitatori provenienti da Puglia e Basilicata.

Una Fiera, riconosciuta anche come la Fiera più antica d’Italia e d’ Europa che ha assunto il ruolo di campionaria capace di coniugare il know-how di Puglia e Basilicata, due regioni accomunate dalla morfologia del territorio caratterizzato dal paesaggio rupestre grazie al quale Gravina sta concorrendo a diventare patrimonio Unesco come braccio di Matera, già insignita del titolo di patrimonio Unesco nel 1993, in particolar modo come secondo blocco strategico, in un ambito culturale unitario. Altra caratteristica delle due città è costituita dalle potenzialità che hanno di poter essere considerate località attrattive del Sud Italia per le varie iniziative turistiche-culturali che, in particolar modo, avranno luogo durante la manifestazione fieristica sia nella sala convegni del Parco Fiere San Giorgio che presso il Museo Civico della città sito in Piazza Papa Benedetto XIII nel centro storico della città.

La cerimonia di inaugurazione avrà luogo alle ore 17 presso Palazzo di città dove avverrà la lettura del Regio Editto e la consegna delle chiavi della città da parte del Sindaco Alesio Valente al Mastro di Fiera giunto in fiera dall’edificio scolastico San Giovanni Bosco con il corteo storico “Tempo. Natura. Cura. Il cuore antico della Vita nei campi” organizzato dall’associazione Conte Giovanni di Monfort. Il taglio del nastro in fiera è previsto alle ore 17:45 con la benedizione da parte di Sua Eccellenza Mons. Giovanni Ricchiuti e taglio del nastro con il saluto delle autorità locali, regionali sia di Gravina che di Bari e Matera. Ad intervenire saranno il Sindaco Alesio Valente, il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il Presidente del Consiglio regionale pugliese, Mario Loizzo, il Sindaco della città metropolitana di Bari, Antonio Decaro, il Sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, ed il Presidente della Fondazione Matera Basilicata Salvatore Adduce.

I visitatori potranno entrare in fiera alle ore 19 dove potranno girare nei sette padiglioni dedicati ad agricoltura, artigianato, enogastronomia, zootecnia, turismo, giardinaggio, meccanica, innovazione. Inoltre, la sera alle ore 21 presso la Sala convegni della Fiera San Giorgio i presenti saranno allietati dalle note del concerto della Fanfara ANC (Associazione Nazionale Carabinieri) di Puglia “La Benemerita” Sez. di Cerignola (FG) guidati dalla sapiente bacchetta gravinese del Maestro Giuseppe Basile, già Direttore dell’Orchestra Civica “Emilio Silvestri” e del Concerto bandistico. A stabilirlo il Consiglio sezionale della stessa associazione, lo scorso 15 febbraio 2018, per via del carisma, della spiccata sensibilità artistica, della vibrante musicalità e dei numerosi successi e riconoscimenti ottenuti dal nostro concittadino che, non a caso, lo rendono uno dei più interessanti e talentuosi direttori del panorama musicale e bandistico italiano. L’ensemble della Fanfara si compone di 54 elementi tra docenti di Conservatorio, di Licei musicali o uomini dell’Arma dei Carabinieri, avvalendosi della presenza di importanti figure a livello nazionale del mondo della lirica, come la giovanissima soprano Ripalta Bufo e il tenore Pantaleo Metta, entrambi di Cerignola, e il fisarmonicista venosino Mimmo Cavallo. Vasto e variopinto il repertorio musicale, che spazia dalle armonie classiche e sinfoniche all’Opera dalla musica classica napoletana a quella leggera, dalla musica moderna alle più celebri colonne sonore di film pluripremiati, come quelle dei compositori Nino Rota, Federico Fellini, Ennio Morricone e Vangelis.

Per chi volesse, invece, dopo la visita in fiera visitare il centro storico della città, alle ore 21 presso il Museo civico si terrà il concerto di Rita Zingariello, “Il canto dell’ape”. Si tratta di un momento di ampio respiro che si colora di un sound contaminato da diversi generi musicali, che va a supporto di una vocalità limpida e diretta. Le atmosfere e le influenze che hanno ispirato la sua creazione sono tante e diverse tra loro, dal pop d’autore all’indie-rock, dalla musica dub al bluegrass, con sonorità vintage e moderne insieme, dove la costante è l’uso di strumenti acustici, uniti a un utilizzo minimale dell’elettronica, intesa come strumento aggiunto. La voce “pulita” e la poetica fresca ma profonda dei testi condurranno i presenti in un viaggio fatto di verità e rinascite, dove parole e melodie si contamineranno con l’aria più internazionale degli arrangiamenti. Rita Zingariello, cantautrice rivelazione della primavera 2018, è entrata nella scena indipendente italiana con il suo disco “Il canto dell’ape”, “un disco davvero importante”, come lo definisce Fullsong, che sembra collocarsi “in un mondo incantato alla Amelie, fatto di pastelli e colori accesi” (Mondospettacolo). Un disco “pregiato sottile, elegante, femminile, colorato, eterogeneo, ricco di dettagli” (Musicletter), “con influenze di varia estrazione, in cui la voce di Rita, limpida e straordinariamente pulita, ha un risalto del tutto speciale” (Blow Up, maggio 2018). Presentato per la prima volta al Teatro Forma di Bari il 4 maggio 2018 con grande successo, questo disco è stato definito “un’opera non facilmente etichettabile, con interessanti intrecci fra sonorità vintage ed altre sonorità di gusto fresco e moderno” (Quotidiano di Bari).

Tanti i momenti di incontro e confronto della fiera in e off curati dalla Fondazione E. P. Santomasi nei giorni a venire. Seguiranno aggiornamenti.