Notre dame restera’ chiusa per sei anni

Cronaca

LO DICE IL PADRE RETTORE. CATTEDRALE NON ERA ASSICURATA, SPESE A CARICO DELLO STATO. INCENDIO FORSE DOVUTO A UN CORTO CIRCUITONotre-Dame rimarrà chiusa al pubblico per cinque-sei anni. Lo riferisce il sacerdote rettore. I media francesi rivelano che la cattedrale non era assicurata, lo Stato è assicuratore di se stesso per gli edifici religiosi di cui è proprietario. Gran parte dei costi per il restauro della chiesa incendiata lunedì, quindi, sarà a carico delle casse pubbliche. Verranno in aiuto le sottoscrizioni della colletta privata, che ieri ha toccato 700 milioni di euro e dovrebbe superare oggi il miliardo. Intanto la Francia lancia un concorso internazionale per architetti per la ricostruzione della guglia. Ed emerge che il primo allarme scattato per l’incendio sarebbe stato ignorato a causa di un bug informatico.

“Potrebbe essere stato un cortocircuito” a provocare l’incendio che ha devastato Notre-Dame lunedì sera, “gli inquirenti si interrogano
soprattutto sugli ascensori usati per i lavori”. Lo riferisce il sito di Le Parisien, citando una fonte vicina al dossier.
Le impalcature per i lavori di restauro che erano in corso sul tetto e alla guglia erano dotate di due ascensori, il primo raggiungeva i 24 metri dal suolo, l’altro per arrivare al tetto a 54 metri. Un terzo ascensore, che sarebbe stato utilizzato dagli operai per raggiungere la vetta della guglia poi crollata, sarebbe stato costruito a breve.

La Disney, che ha guadagnato milioni di dollari con “Il gobbo di Notre Dame”, ha annunciato oggi che donerà cinque milioni “per la  ricostruzione della cattedrale di Notre Dame”.

“Notre-Dame è un simbolo di speranza e di bellezza che ha modellato il cuore di Parigi e l’anima della Francia per lunghi secoli, la sua architettura ispira rispetto e reverenza”, ha detto l’amministratore delegato Robert Iger.