Africani si lamentano: “in Italia troppi immigrati delinquenti” – video

Politica & Diritti

Quando i senegalesi si lamentano per i troppi immigrati che spacciano in Italia, allora capisci cosa ha combinato il PD in questi anni.

Ad Agrigento, da alcuni giorni, è quasi guerriglia tra africani arrivati coi barconi e un gruppo di residenti senegalesi.

I secondi non vogliono che i primi spaccino nella loro zona, preferiscono che spaccino nelle zone ‘italiane’ della città: come dare loro torto?“Queste cose nel mio paese non sarebbero accadute, nel giro di poche ore i responsabili sarebbero stati arrestati, qui c’è poca sicurezza”, dice il rappresentante senegalese al reporter del Giornale:

“Mi alzo alle 4 per andare a montare le bancherelle al mercato ogni mattina – dichiara un senegalese arrivato in Sicilia nel 1994 – Non posso avere paura di camminare nella mia zona”. Nella sua zona.

“In trent’anni mai un problema. Ma da qualche anno a questa parte la situazione è peggiorata. È arrivato di tutto, non c’è controllo e nel quartiere si spaccia”.

Giorni fa la ritorsione dei gambiani dopo la denuncia del loro spaccio alla polizia. Due senegalesi sono stati picchiati e sfregiati con alcune bottiglie di vetro rotte.

“Questi qui – dichiara un cittadino senegalese alludendo ai ragazzi del Gambia – Arrivano senza controllo, non stanno nemmeno nel nostro quartiere ed entrano dentro le nostre case. È inaccettabile”. E’ inaccettabile.

“Sta diventando una polveriera – conferma un Carabiniere giunto dopo l’ennesima segnalazione – Da qualche anno non si ragiona più”.

Uno dei pochi cittadini agrigentini rimasti nella zona, rimarca: “Riconosco il fatto che con i senegalesi non ci sono mai problemi, ma di mattina arrivano alcuni ragazzi che riforniscono di droga molti studenti che prima di andare a scuola comprano qui di tutto. E nessuno fa nulla”.

Gli italiani ridotti ad essere una mera vocina tra due etnie che si contendono il territorio.

“Guardi quel ragazzo – indica un altro senegalese con riferimento ad uno dei giovani gambiani accusati di spacciare nella zona e, forse, tra i responsabili dell’aggressione sopra denunciata – È visibilmente alterato, non dorme nemmeno qui, ma arriva e causa problemi. Nel mio paese sarebbe subito in galera, non capisco perché qui non si prendano provvedimenti”.