I 90mila profughi falsi del Pd: sottratti 2,5 miliardi di euro ai contribuenti

Politica & Diritti

Oggi la notizia che le concessioni della protezione umanitaria, quella di Oseghale, sono crollate al 2%:

Questo significa che tutti quelli a cui il PD ha concesso negli anni questo tipo di asilo fittizio, esistente solo in Italia, erano in realtà finti profughi.

Ecco quanti sono e quanto ci sono costati:

Francesca Totolo@francescatotolo

I numeri
2013, 5.750, 24%
2014, 10.091, 28%
2015, 15.768, 22%
2016, 18.979, 21%
2017, 20.166, 25%
2018, 20.014, 21%
90.768 immigrati entrati nel circuito dell’accoglienza senza requisiti.
Un business da 2,5 miliardi di €, pagato dai contribuenti italiani.

Francesca Totolo@francescatotolo

Si riducono drasticamente i numeri della #ProtezioneUmanitaria, in un anno passati dal 27% al 2%. In crescita i dinieghi alle richieste di asilo, aumentati dal 56% al 77%.
Quindi,come da sempre affermato, solo il 23% degli immigrati ha i requisiti per la protezione internazionale https://twitter.com/IlPrimatoN/status/1106154745859837952 

In pratica, quello che è avvenuto in questi anni di governi PD è una grande mangiatoia: il partito PD traghettava immigrati clandestini e poi li trasformava in profughi (nigeriani) attraverso una fasulla ‘protezione umanitaria’, in questo modo le Coop vicine allo stesso partito (spesso gestite da ex o attuali membri dello stesso partito) incassavano cifre da capogiro.

In pratica, 90mila clandestini sono stati fatti diventare ‘profughi’ per foraggiare le coop di partito,

Il PD deve ai contribuenti italiani 2,5 miliardi di euro.

Come effetto collaterale di questo traffico, ci troviamo ora la mafia nigeriana per le strade.