L’eterna sfida tra il bene e il male per Claudia Conte

Politica & Diritti

CASTELLANETA – L’eterna sfida tra il bene e il male è il tema che la scrittrice e attrice Claudia Conte ha trattato presso la Pinacoteca Rodolfo Valentino di Castellaneta in occasione della festa della donna; l’incontro è stato organizzato da Cosimo Fungoso, presidente dell’Associazione Internazionale Arte e Cultura Rodolfo Valentino di Castellaneta, in collaborazione con il Comune di Castellaneta, ed è stato moderato da Rosa Maraglino.

La Conte ha parlato del suo libro “Il vino e le rose”, alla terza ristampa per Armando Curcio Editore, un saggio-romanzo sulla nostra società post-moderna, attraverso il dialogo tra tre donne che si confrontano e crescono insieme in un turbinio di sentimenti opposti tra loro, che vanno dagli estremi della gioia e della disperazione, passando per la malinconia e la serenità.

Stiamo assistendo impotenti ad una lotta per il potere e il successo, a una mutazione di valori, a profonde crisi che creano nuove e serie problematiche.

Le paure, i dolori, la solitudine, le insicurezze e l’inquietudine esistenziale che colpiscono oggi l’umanità sono caratterizzati, secondo l’attenta e brava Autrice, dall’apatia e da una sorta di individualismo autistico che crea disagio ed enormi difficoltà nelle relazioni.

Ci isoliamo per contenere il nostro ego, spesso nascondendoci dietro lo schermo di un computer o di un cellulare, e privilegiamo gli aspetti materiali della vita. Il nostro presente è profondamente angosciato da atti terroristici, grandi sofferenze, come il terremoto.

Proprio in quest’ultima tragedia che continua a devastare anime e terre, Claudia vede una logica divina tangibile, seppur inspiegabile, che si manifesta in forme diverse, come quelle dei veri eroi che negli aiuti, con grandissimo coraggio, forza, umanità e solidarietà, hanno donato il meglio di se stessi per aiutare gli altri. Il romanzo racconta tutto questo attraverso i vissuti, le parole e i tratti psicologici di tre eroine dei nostri tempi e l’autrice si pone alcune domande sul che cos’è la vita, se ha un senso, se in essa prevale il bene o il male e se possiamo essere felici, offrendo delle possibili risposte per superare i disagi esistenziali e cercare un equilibrio.

Colpisce il fatto che una scrittrice tanto giovane, con coraggio, sia riuscita a ben trattare temi non facili da affrontare nella speranza che tutti, e soprattutto i giovani lettori, possano cogliere una possibile via di uscita, un varco nelle coscienze e uno spiraglio di luce per un futuro più sereno e migliore.

Claudia Conte è reduce dalle riprese di “Sogni”, lo short movie che la vede protagonista accanto a Loretta Goggi e Francesco Montanari e, nonostante la giovane età, ha alle spalle tournée teatrali con testi classici, ha preso parte a fiction televisive, film per il cinema, ed è spesso ospite nelle varie trasmissioni televisive.

_____________________________________________________________