Lions Taranto su PMA

Politica & Diritti

Si è svolto a Taranto l’incontro ‘Mamma mi ha portato la cicogna?’ dedicato alla Procreazione Medicalmente Assistita (PMA). Qualificati relatori hanno affrontato gli aspetti scientifici, psicologici, legali e sociali. Grande partecipazione da parte della cittadinanza.

Taranto – Si è tenuto nel Salone del Palazzo della Provincia, l’incontro ‘Mamma mi ha portato la cicogna?’, dedicato agli approfondimenti legislativi, scientifici, psicologici e sociali della Procreazione Medicalmente Assistita (PMA), organizzato dal ‘Comitato Sviluppo Donna’ Lions Club Taranto Città dei due Mari e patrocinato da Provincia di Taranto, ‘Strada per un sogno Onlus’ e ‘Clinica Eugin’.

‘Noi Lions – ha detto nel suo intervento introduttivo Claudio Percolla, presidente del Lions Club Taranto Città dei due Mari – rappresentiamo un’associazione mondiale che ha come scopo finale il Servizio, e questo incontro, considerate le statistiche che inseriscono Taranto tra le città italiane con i maggiori casi di infertilità, rappresenta per noi un servizio informativo a 360° dedicato all’intera cittadinanza e in particolar modo alle giovani coppie tarantine desiderose di mettere al mondo bambini’.

Gli aspetti scientifici sono stati trattati dal dott. Mario Mignini Renzini, medico ginecologo specializzato in problematiche di sterilità ed infertilità e referente per gli aspetti clinici dei centri Eugin in Italia. ‘La sterilità – ha evidenziato il dottor Mignini Renzini – è una problematica importante che interessa il 25% della popolazione italiana. Nel tarantino ci sono molti problemi legati ai fattori ambientali che possono influenzare in senso negativo la fertilità. E’ importante quindi sottoporsi già in giovane età agli esami necessari per verificare se ci sono dei problemi e per evitare di ritrovarsi senza bambini ad un età nella quale è già difficile concepirli. Il dott. Mignini Renzini ha inoltre illustrato le innovative possibilità di trattamento offerte da ‘Clinica Eugin’ a Taranto, evidenziando che Eugin fa parte di un gruppo che effettua più di 32.500 cicli di PMA all’anno ed è un punto di riferimento in Italia e all’Estero per esperienza e competenza in materia di PMA omologa ed eterologa.

Ha trattato gli aspetti legali della PMA Matilde Percolla, avvocato e presidente di Strada per un sogno Onlus. ‘Quest’incontro nasce su iniziativa dell’associazione che ho l’onore di presiedere. Solitamente – ha affermato l’avv. Percolla – organizziamo incontri riservati alle coppie; in quest’occasione, grazie ai Lions, invece, abbiamo deciso di rivolgerci alla cittadinanza per far conoscere a tutti il tema della PMA, una conoscenza allargata che può aiutare le coppie a intraprendere il trattamento con più serenità. La PMA non deve essere vista come una manipolazione della natura, ma come una grande opportunità. In merito alla legge 40/2004 l’avvocato Percolla ha sottolineato come la stessa ‘sia stata in pratica smantellata grazie all’impegno profuso delle associazioni dei pazienti che hanno ritenuto necessario proporre modifiche tese a garantire una disciplina più equa e più al passo con i tempi’.

La seconda parte del suo intervento l’avv Percolla l’ha dedicata alla presentazione del libro ‘Ogni favola è un sogno’ (Graphe.it edizioni), frutto di un progetto firmato da Strada per un sogno Onlus, che raccoglie dieci favole e una filastrocca, selezionate con un concorso, scritte per parlare ai bambini di fecondazione assistita e per aiutare i genitori a usare le parole giuste. Ha letto alcune pagine del libro Alessandra Gigante.

L’autrice del ‘manuale di istruzioni’ del libro è Stefania Traini, psicologa e psicoterapeuta milanese esperta in materia di PMA, la quale parlando del progetto editoriale ha specificato ‘Ci siamo soffermati sulle domande che i bambini in età prescolare, nati attraverso un percorso di PMA, pongono ai loro genitori. Molto spesso queste mamme e questi papà hanno dubbi e paure a raccontare ai propri figli la verità perché temono conseguenze negative. Lo strumento della favola può aiutare i genitori a raccontare ai figli come sono venuti al mondo grazie alla procreazione assistita, utilizzando il linguaggio magico dell’illustrazione e dell’immaginazione e restituendo a questi bambini tutti i significati positivi che ci sono nella loro storia: una storia d’amore faticosa, a volte caratterizzata da percorsi di sofferenza, ma a lieto fine, con le coppie che riescono a coronare il loro progetto genitoriale

Abbiamo voluto promuovere quest’incontro – ha sottolineato Flora Lombardo Altamura, presidente del ‘Comitato Sviluppo Donna’ Lions Taranto Città dei due Mari – perché noi Lion dal 2003 abbiamo un comitato che si occupa di analizzare e tentare di risolvere i problemi delle donne. Il nostro obiettivo è garantire alle donne un ruolo di protagoniste, insieme agli uomini, in una società sempre più complessa e in continua trasformazione’. L’incontro svoltosi alla presenza di oltre 100 ospiti si è concluso con le puntuali osservazioni di Roberto Burano Spagnulo, vice Governatore dei Lion distretto 108 AB Puglia.

Con invito alla pubblicazione.