Ambasciatori del Gusto e LUM Jean Monnet insieme per la formazione

Politica & Diritti

Sottoscritto l’accordo per ampliare l’offerta formativa per le nuove generazioni di professionisti – imprenditori per il comparto enogastronomico

L’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto e l’Università LUM Jean Monnet siglano l’intesa per una collaborazione strategica volta a creare una figura professionale al passo con i tempi. Il progetto, ambizioso e innovativo, sarà il fulcro delle attività messe in atto dall’Ateneo insieme agli Ambasciatori del Gusto per il settore della formazione in ambito enogastronomico-manageriale che necessita di una continua ricerca ed una necessaria evoluzione.

Lavoro di squadra, ricerca continua e formazione personalizzata rappresentano i concetti chiave sui cui si fonda il lavoro dei prossimi mesi. Una rilevante novità sarà l’attivazione di un percorso professionale per figure imprenditoriali nel campo dell’agroalimentare e dell’enogastronomia, unico nel suo genere. Strettamente connesso al tessuto economico e produttivo del settore e teso a valorizzare e sviluppare competenze e professionalità necessarie e imprescindibili.

Con questa convenzione, – spiega la Presidente Cristina Bowerman – l’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto conferma il proprio impegno nella formazione in un comparto strategico come quello della ristorazione e dell’accoglienza. L’aggiornamento continuo, la valorizzazione delle risorse del nostro territorio e il confronto con professionisti di alto livello, sono elementi determinanti per stimolare e sostenere la passione degli studenti. Siamo molto sensibili a questo tema, la nostra realtà ha già in atto attività di formazione presso molteplici Istituti alberghieri italiani, per rafforzare la cultura e la consapevolezza delle potenzialità del settore e del patrimonio agroalimentare italiano. Con questo passo intendiamo continuare nel solco tracciato e completare una formazione che necessita costante aggiornamento.

Tutto il comparto rappresenta un traino rilevante per l’economia del nostro Paese. – ha aggiunto Gianluca De Cristofaro, responsabile tecnico scientifico e delle relazioni esterne e istituzionali degli Ambasciatori del Gusto – Crediamo fermamente che sia necessaria, per chiunque voglia intraprendere questo percorso, una formazione con nuovi paradigmi che allarghi gli orizzonti degli studenti per una maggiore consapevolezza del ruolo e delle sfide da affrontareL’inclusività è da sempre uno dei nostri ideali ed è per questo che con il coinvolgimento del tessuto economico e imprenditoriale e la creazione di una rete comune di rapporti di livello internazionale amplificheremo le possibilità. Il lavoro di squadra con l’Università LUM è la giusta strada per una nuova formazione”.

Tra i molteplici obiettivi dell’accordo anche l’internazionalizzazione delle attività di ricerca e formazione, attraverso la partecipazione a progetti di ampio respiro.

“Il settore della ristorazione di qualità – spiega Emanuele Degennaro, Rettore dell’Università Lum Jean Monnet – grazie anche all’inestimabile patrimonio enogastronomico italiano, costituisce uno dei traini dell’offerta attrattiva nazionale. L’Italia ha ormai consolidato il suo status di meta tra le più ambite a livello mondiale e, in forza di questo, è ineludibile l’esigenza di creare professionalità in grado di saper gestire realtà imprenditoriali complesse come possono essere quelle legate alla ristorazione di qualità. Il tutto –conclude Degennaro – si sposa con una delle mission del nostro Ateneo, ovvero quella di offrire ai nostri studenti la possibilità di scegliere se costruire il proprio futuro nella propria terra”. 

Nella foto di gruppo, da sinistra:

Alberto Costantiello, Docente LUM, Gianluca De Cristofaro, Relazioni Istituzionali ADG, Cesare Battisti, Segretario Generale ADG, Cristina Bowerman, Presidente ADG, Emanuele Degennaro, Rettore LUM e Paolo Marchi, Vicepresidente ADG.