Pisicchio su legge piano casa impugnata da governo

Ambiente & Turismo

PUGLIA – “Nessuno ha mai pensato di rendere una qualsiasi norma retroattiva o tantomeno tesa a sanare, soprattutto in materia edilizia. Accettiamo per ora la decisione, eccessivamente garantista, del Governo, ma siamo pronti a spiegare meglio, e in ogni sede, la norma impugnata. Non a caso sostengo da mesi che sul Piano Casa non si può più procedere con proroghe di anno in anno, perché tali proroghe, proprio come dimostrato da questo caso, possono aprire spazi a interpretazioni che non chiariscono né i compiti degli enti locali e né soprattutto le richieste dei cittadini. Per questo occorre che il Piano Casa diventi uno strumento a carattere permanente e strutturato. Non si può più prorogare una norma che sin dalla sua nascita aveva una valenza solo temporanea”.

Così l’assessore alla Pianificazione Territoriale, Alfonso Pisicchio, commenta la decisione del Consiglio dei Ministri, di impugnare la legge regionale numero 59 del 17 dicembre 2018 e relativa agli emendamenti presentati in Consiglio regionale sulla proroga del Piano Casa.