Il Liceo Moscati vince il bando “Alice e le immagini delle meraviglie!

Cronaca

Il Liceo Moscati di Grottaglie è risultato vincitore del un bando Miur in collaborazione con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo di cui all’Avviso n°0000649 del 17/04/2018 “Cinema per la Scuola – I Progetti delle e per le Scuole”, con il progetto dal titolo “Alice e le immagini delle meraviglie! Viverle e conoscerle.”

Il cospicuo finanziamento scaturito dalla selezione ministeriale premetterà al Liceo grottagliese di realizzare il citato ed ambizioso  progetto che vedrà coinvolti gli studenti partecipanti in un viaggio sulla fondamentale relazione tra la parola, considerata come epicentro creativo e l’immagine, ormai orizzonte totalizzante del nostro quotidiano. Il progetto vincitore è stato ideato e scritto da Giuseppe Cassaro, produttore ed executive producer, nonché compositore di musiche originali per immagini e dal prof. Antonio Caramia, docente di Storia dell’Arte nonché esperto in comunicazione grafica e visiva. Si articolerà articola in 60 ore di cui 20 per esperienze di story-telling e visione dei materiali, 20 ore saranno articolate sulla storia del linguaggio audiovisivo e sulla elaborazione dello script ed infine 20 ore serviranno per messa in scena e la finalizzazione prodotto.

Venerdì 18 gennaio, presso l’aula magna del Liceo Moscati, si terrà una conferenza stampa di presentazione del progetto, con gli esperti del progetto Cassaro e Caramia, gli studenti interessati e la Dirigente Scolastica Anna Sturino, insieme alla docente Evelyn Zappimbulso.

Grazie all’iper-creativa opera di Lewis Carrol e dopo da una breve introduzione alla storia del cinema, il laboratorio cinematografico rivolto agli studenti del Liceo Moscati consentirà loro di venire a conoscenza di tutto il processo creativo che sostiene un prodotto audiovisivo e di vederne la costruzione visiva. La comunicazione attraverso suoni e immagini è diventata oggi il principale linguaggio di riferimento per il target scolastico. Libri, testi, parole, giornali e dizionari, sono stati quasi – o del tutto – sostituiti dai cosiddetti nuovi media. Vanno modificandosi non solo le modalità di fruizione del sapere e della cultura, ma talvolta anche la facoltà di comprensione e di apprendimento. Le immagini ed il loro potere proseguono poi al di fuori della scuola, ormai diventate fulcro inevitabile del quotidiano delle nuove generazioni. Conoscerne il potere e le caratteristiche, essere consapevoli dei linguaggi e dei codici che ne caratterizzano l’impatto e l’effetto, diventa una priorità necessaria per formare uomini e donne capaci di dialogare in modo consapevole con la modernità e i new media che ne restituiscano l’immagine mediata.

Così come Alice si perde in un viaggio di conoscenza di sé e dei propri sogni e di formazione, anche gli studenti potranno, attraverso prima l’analisi del testo e poi dei film di riferimento, essere guidati in un percorso creativo che dalla sceneggiatura prosegue nella realizzazione di un vera e propria personale rielaborazione della storia di Carrol, confrontandosi con il mestiere, le possibilità ed gli strumenti del linguaggio cinematografico.