Neve in Puglia e Lucania, i consigli per la guida

Cultura & Società

Il 2019 al Sud è iniziato sotto il segno della neve, con la prima cartolina dell’anno che è stata regalata dalla città di Matera, capitale europea della cultura, e dai suoi sassi completamente imbiancati. Se il fascino e il romanticismo di questi fenomeni sono apprezzati sui social, dal punto di vista pratico i problemi sono numerosi, soprattutto per quel che riguarda la circolazione.

Emergenza neve sulle strade meridionali

Anche in Puglia la situazione è stata critica, sia nella zona di Bari che nel Salento, dove comunque hanno retto i sistemi messi in atto dalle amministrazioni locali; in particolare, il “piano strade” del sindaco Decaro ha consentito la circolazione dei mezzi pubblici, grazie alla “salatura” delle arterie stradali principali e alla dotazione degli autobus con catene da neve o pneumatici termici, che hanno permesso di evitare la paralisi totale.

Le indicazioni per la circolazione invernale

Proprio “mezzi antisdrucciolevoli o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve e su ghiaccio” sono le due risorse fondamentali per la sicurezza al volante nel periodo invernale, come imposto dalla Direttiva del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 16 gennaio 2013 e dalle ordinanze singole degli Enti proprietari o gestori della strada più esposta ai fenomeni atmosferici tipici del freddo. Una condizione che, limitandoci solo ai territori di Basilicata e Puglia, riguarda sia i tratti autostradali che quelli provinciali di collina e montagna, dove il rischio neve è un fattore frequente.

Limitare i rischi con le gomme giuste

In termini pratici, gli automobilisti che si trovano a passare in queste zone devo rispettare il citato obbligo, e dunque provvedere a portare con sé catene da neve da installare al momento opportuno o, in maniera più previdente e “definitiva”, montare direttamente le gomme adeguate. In base alla Direttiva, sono considerati conformi gli pneumatici che riportano sulla spalla la marcatura M+S, fattore che valide due opzioni, ovvero i classici invernali e i modelli più recenti di “gomme all season”, il cui elenco si può in particolare trovare su www.euroimportpneumatici.com, uno dei più forniti portali di vendita di coperture in Italia.

Obiettivo sicurezza sulle strade

Come ricordato dagli esperti, lo stagionale cambio di gomme serve a mettere più al sicuro la circolazione nei periodi critici dell’anno, e in modo specifico per affrontare al meglio le strade bagnate, sdrucciolevoli, brinate o innevate, condizioni tipiche dell’inverno, e per evitare di mettere a repentaglio la propria e altrui sicurezza, soprattutto quando le condizioni dell’asfalto richiedono maggior prudenza al volante e la temperatura scende sotto i 7 gradi. È proprio questa la soglia critica per i tipici pneumatici estivi, che a causa del freddo perdono qualità e prestazioni e non garantiscono lo stesso livello di aderenza al suolo.

I vantaggi delle gomme invernali

Al contrario, le gomme invernali danno il meglio di sé proprio col calare delle temperature grazie alle loro caratteristiche, come il disegno del battistrada caratterizzato da fitte lamelle e intagli più profondi, mentre le quattro stagioni sopportano tutte le variabili climatiche in modo omogeneo, rivelandosi per l’appunto una soluzione intermedia valida per ogni periodo dell’anno. Per fornire solo un esempio, secondo uno studio in condizioni di freddo invernale una vettura dotata di pneumatici invernali correttamente gonfiati può diminuire lo spazio di frenata fino al 15% su fondo bagnato e fino al 50% in presenza di neve al suolo, valori che possono fare la differenza in caso di evento improvviso.