L’opposto della BCC regala il tie break a Monza. Spogliatoio in crisi?

Sport

Palaflorio si disputa la undicesima giornata di campionato SuperLega targato Credem tra la NewMater e il Vero Volley Monza. Dopo la bruttissima parentesi contro Verona la squadra castellanese in questa gara casalinga deve cercare di conquistare i primi 3 punti fondamentali, sino a questo momento ha collezionato solo sconfitte, e 3 miseri punti. La tifoseria per protesta non si presenta e deserta la gara, la tensione è palpabile, l’atmosfera non è ideale per affrontare la gara.

Formazioni:per la BCC scendono in campo Falaschi (palleggio), Scopelliti e Zingel (centrali), Mirzajanpour e Wlodarczyk (banda), Buiatti (opposto), Cavaccini (libero), per la Vero Volley Monza scendono in campo: Orduna (palleggio ), Buti e Beretta (centrali), Ghafour e Dzavoronok (banda), Rizzo (libero), Plotnytskyi (opposto).

LA GARA

I SET

La paura di sbagliare, nelle battute iniziali frena gli uomini di mr. Tofoli, Monza invece sembra decisa e agguerrita, si porta a + 4 (2-6) grazie anche all’ace Dzavoronok. Qualcosa sembra svegliare la BCC che inizia a giocare e riesce ad accorciare le distanze portandosi a -1 (9-10), la difesa a muro contiene gli attacchi e Cavaccini si fa trovare pronto, insomma un gioco di squadra che tutti si aspettano.

Il match si fa vivo e arso, entrambe le squadre si inseguono, una lotta punto a punto che dura sino al 13-13, una ricezione imperfetta, un errore al servizio e un attacco out regalano a Monza 3 punti che valgano il 13-16.

Il vantaggio conquistato da Monza (+3) sugli errori della squadra di casa perdura, così Tofoli decide di chiamare il time out per provare a sbloccare il risultato, l’interruzione di gioco funziona, la BCC raggiunge il suo avversario e pareggia (22-22). L’errore al servizio di Plotnytskyi regala il punto 24 alla BCC che mura il successivo attacco di Ghafour e chiude il set col punteggio di 25-23.

La fase finale del set ha mostrato la BCC che tutti i tifosi si aspettano, grintosa, determinata e caparbia, cattiva al punto giusto da intimorire gli avversari.

II SET

Il set inizia con una musica diversa, la BCC parte con il piede giusto, Mirza al servizio mette a segno un ace, Zingel a muro chiude ogni spazio, il pubblico presente si esalta e incita i ragazzi, Monza resta a guardare, intanto sul tabellone si legge 7-2.

Il vantaggio conquistato è un bottino così ghiotto che la la BCC non vuole perdere, Zingel a muro e Cavaccini in difesa tengono lontani gli avversari (12-8). Monza prova ad accorciare le distanze con Orduna che cerca di far innervosire il numero 12 della BCC, ma a mantenere le distanze ci pensa Zingel che mette a segno i punti necessari anche se il divario però scende a +3 (17-14).

La difesa della BCC mette in crisi Monza che non riesce a trovare gli spazi necessari per attaccare, il cambio tra Mirza e Studzinski porta ancora più grinta in campo, i padroni di casa consolidano il vantaggio e si portano sul 21-16.

Nelle battute finali del set, Monza prova a ribaltare il risultato, la BCC complice il vantaggio maturato subisce un ace e sbaglia due attacchi, Tofoli capisce che è il momento di interrompere il gioco, al rientro in campo i suoi ragazzi riprendono in mano il set e lo conquistano  con il punteggio di 25-20.

III SET

L’avvio non è quello che ci aspetta, l’entusiasmo visto sino a questo momento sembra essersi smarrito, sale il nervosismo generato da Monza che si porta a + 3 (2-5). Tofoli riesce ad interrompere la scia negativa chiamando il time out che vale la parità al rientro in campo (6-6).

La fase centrale del set vede una BCC spenta, causa anche lo spreco di energie, Monza gioca facile e senza alcuno sforzo portandosi così a + 2 (15-17).

Il set si chiude in favore di Monza con il punteggio di 21-25 e così la BCC è costretta a disputare il IV set per provare a vincere la prima gara del campionato.

IV SET

Le squadre scendono in campo con la consapevolezza dell’importanza del set, non sono ammessi errori, ciò però non viene percepito dalla squadra casalinga che regala a Monza un vantaggio di 3 punti (4-7). Gli uomini di Tofoli sono in fase calante, gli attacchi sembrano fiori che Monza raccogliere e trasforma in punti preziosi che valgono un +3 (8-11).

La tattica di Orduna consente alla sua squadra di allungare sempre più le distanze, Cavaccini viene reguardito con un cartellino rosso che vale il +5 per la squadra avversaria (10-15). La BCC non riesce a respingere l’ira funesta di Monza che con ogni palla si porta sempre un punto più avanti alla conquista del set che riaprirebbe i giochi (17-23) e farebbe sfumare il sogni dei 3 punti.

L’incubo del V set si manifesta e per la squadra di casa sono problemi, i limiti mostrati nei III e IV set non lasciano spiragli di speranza. Monza conquista il set con il punteggio di 20-25.

V SET

Il set non è un bello spettacolo, complice anche l’eccessiva tolleranza arbitrale, i giocatori si insultano tra di loro sotto rete, a farne le spese è sempre la BCC che regala a Monza un vantaggio di +3 (4-7).

Tofoli chiama il time out e chiede ai suoi concentreazione perchè in palio ci sono punti preziosi e una vittoria da conquistare, ma ciò non scuote i ragazzi gialloblù che si abbandonano e lasciano scappare via la squadra avversaria che ringrazia e si porta a + 5 (7-12).

La gara si conclude con la vittoria di Monza che strappa dalle mani della BCC la vittoria genernado malumore e malcontento anche tra il pubblico.

La gara termina: BCC 2 – 3 Monza (25-23/25-20/21-25/20-25/9-15).