SupeLega Volley: lo spauracchio della retrocessione frena la New Mater

Sport

di Antonio Valenza

Al Palaflorio di Bari si è disputata la gara tra la BCC e Calzedonia Verona. Una partita non difficile sulla carta, importante soprattutto per la squadra del c.t. Tofoli, categorico imperativo è vincere, la vittoria serve a dare un sostegno morale e psicologico ai giocatori e a tutti i tifosi della BCC.

La squadra castellanese sino a questo momento ha collezionato solo sconfitte, alcune al tie brak, altre senza conquistare nemmeno un set. La classifica parla da sola, ultimo posto in classifica con soli 2 punti, gli scontri diretti diventano oro colato per provare a salire la china e piazzarsi in una posizione tranquilla o quantomeno lontano dalla zona retrocessione.

L’ultimo scontro diretto con Siena è stato come ingerire un boccone amarissimo, gli uomini di Tofoli sono usciti a testa bassa dal campo, gara persa 3-1 (30-28/25-23/21-25/25-21), prestazione sotto la media e molti errori in fase di ricostruzione.

Tofoli deve rinunciare e De Togni e schiera: Falaschi (palleggio), Zingel e Scopelliti (centrali), Mirzajanpour e Wlodarczyk (banda), Buiatti (opposto), Cavaccini (libero).

Grbic (Verona) schiera: Spirito (palleggio), Alletti eSolè (centrali),  Marretta e Boyer (banda),  Manavinezhad (opposto), De Pandis (libero).

LA PARTITA

Il primo set sembra quasi surreale, la BCC domina gli avversari, si porta a +3 (8-5), poi il vantaggio si riduce a +2 (16-14), nella fase finale sale a + 4 (24-20). La prestazione dei giocatori entusiasma tutti, buona la difesa e la ricezione, buona ricostruzione del gioco anche su palle inattive, l’opposto castellanese commette molti errori al servizio, nonostante tutto la squadra di casa chiude il set col punteggio di 25-20. Un tripudio di gioia tra i giocatori e la panchina, sembra che la squadra abbia trovato la sua dimensione, Tofoli invita i suoi a restare concetrati.

Il secondo set parte bene, alcuni problemi per l’iraniano in ricezione che però non ostacolano la ricostruzione del gioco, Buiatti appare spento ed imprevedibile, buona prestazione di Zingel a muro, l’avversario prova ad allungare il distacco ma non riesce, la BCC è sempre a 1 punto di distanza (7-8/15-16/20-21), purtroppo però gli ospiti soprattutto nella fase finale del set riescono a sbaragliare la difesa del Castellana e pareggiano i conti (1-1 set).

Il terzo set inizia con un ritmo più elevato, i ragazzi di Tofoli vogliono conquistare i 3 punti in palio, i tifosi incoraggiano i loro beniamini al grido “noi voglia questa vittoria”, Cavaccini difende e coadiuva Falaschi nelle alzate, i centrali murano e mettono a segno punti, la squadra di casa si porta a +4 (8-4), il vantaggio dura per quasi tutta la gara (21-17), gli avversari sembrano inermi difronte a tanta tenacia, il set si chiude in favore della BCC con il punteggio di 25-19.

Il quarto set è fondamentale, bisogna iniziare col piede giusto, purtroppo ciò non avviene, sembra di assistere al terzo set ma questa volta a squadre invertite. La prestazione degli uomini di Tofoli sembra calare, Verona mette a segno un ace, sorpassa i padroni di casa e si porta a +3 (8-5) mantenendo tale distacco che gli consente di chiudere il set sul punteggio di 25-19. In campo si registrano tensioni e nervosismi che non aiutano, i tifosi smettono di incoraggiare i loro beniamini per protesta, l’aria di festa che si respirava fino al 3 set è diventata glaciale.

Il quinto set rappresenta l’ultima speranza per provare a vincere e portare a casa i primi punti, nella fase iniziale gli uomini di Tofoli subiscono la pressione, si nota anche un po’ di stanchezza, Verona capta questi segnali e si porta subito a +3 (5-2). Tofoli prova a incoraggiare i suoi ma ogni tentativo sembra vanificarsi nel nulla, al rientro in campo dopo il time out chiesto proprio dal c.t. della BCC, Verona mette a segno un ace che fa infuriare Tofoli, il vantaggio si allunga +4 (10-6), il finale è quasi scritto e il pubblico inizia ad abbandonare il palazzetto.

La BCC prova ad accorciare le distanze e sembra quasi riuscirci, sul tabellone si legge 11-13, purtroppo però la squadra avversaria non molla e chiude il set con il punteggio di 15-11.

Ancora una volta la BCC esce sconfitta, nemmeno più i match casalinghi rappresentano una ancora di salvezza, la classifica non lascia molte speranze, la neo promossa Siena è penultima ma con 8 punti, Vibo è 12° con 10 punti, il prossimo match casalingo è contro Monza, attualmente 7° con 14 punti.