Dieta della bresaola: perdi una taglia in due settimane

Cultura & Società

La bresaola è la protagonista di una dieta che consente di perdere una taglia in due settimane.

Merito di questo salume crudo non affumicato, realizzato con salatura, che possiede pochissimi grassi e molte proteine. Il gusto delicato, ma al tempo stesso sapido della bresaola, la rende l’alleata perfetta per perdere peso. 100 grammi di prodotto infatti contengono solamente 150 calorie, una caratteristica che rende questo alimento super light.

Come funziona la dieta della bresaola? Questo salume è una straordinaria fonte di proteine animali che dobbiamo sfruttare al meglio per bruciare i grassi ed eliminare i rotolini di troppo. Per prima cosa è importante inserire la bresaola all’interno di un regime alimentare ipocalorico, abbinandola ai cibi giusti.

Per dimagrire non accompagnate mai questa fonte di proteine animali ad altre tipologie di proteine, ricordandovi invece di alternarle. I nutrizionisti consigliano di mangiare la bresaola con le verdure, per fare il pieno di fibre, risvegliare l’intestino pigro e il metabolismo.

Sono tanti i piatti che si possono preparare con questo salume. Uno dei più famosi è la bresaola con la rughetta, perfetto per bruciare i grassi e saziare in fretta. È ottima anche con le zucchine o gli asparagi, per una ricetta super detox, perfetta per eliminare i liquidi in eccesso. Provatela pure con gli spinaci e i pomodori per un pasto leggero. La bresaola è ottima persino come spuntino, per assaporare qualcosa di light senza rinunciare al gusto.

La dieta è molto semplice. La giornata inizia con una tazza di tè verde, yogurt greco e cereali integrali. A pranzo gustate pasta integrale con pomodoro e basilico, mentre a cena assaporate bresaola e rughetta, condita con una spruzzata di limone. Come snack scegliete la frutta secca oppure un frutto di stagione.

Questo regime alimentare è perfetto soprattutto per chi fa molto sport e vuole rafforzare i muscoli del corpo. Ricordatevi che la bresaola può risultare abbastanza salata, quindi cercate di non esagerare con le pressioni, bevendo almeno due litri di acqua al giorno. Prima di effettuare la dieta chiedete consiglio al vostro medico curante, poiché è sconsigliata per coloro che soffrono di pressione alta.