Canne alla Borsa di Paestum

Politica & Diritti

Mennea: “Opportunità di crescita anche per Barletta e Canosa”

“Credo che la strada impostata, per la valorizzazione e il rilancio di Canne della Battaglia, sia quella giusta. Finora è stata attuata solo una parte della legge che ho promosso, nel 2011, proprio per valorizzare i luoghi della battaglia. Il percorso va però completato con l’utilizzo di strumenti scientifici e con il coinvolgimento non solo degli enti pubblici, ma anche dei privati, che potranno legare l’immagine delle proprie attività a un brand fortissimo come quello di Canne”. Lo dichiara Ruggiero Mennea, consigliere comunale e regionale, reduce dalla partecipazione alla Borsa mediterranea del Turismo archeologico di Paestum, dove Canne della Battaglia è stata tra i protagonisti di questa 21esima edizione.

“Abbiamo pensato – ha annunciato il consigliere Pd – di utilizzare la parte residua dei fondi stanziati con la legge, per realizzare dei gruppi di lavoro che dovranno redigere un master plan per progettare uno strumento di valorizzazione e fruizione di questo sito, che diventerà un parco archeologioco e storico diffuso. Entro l’anno, costituiremo questo gruppo di lavoro che avrà caratteristiche tecnico-scientifiche e coinvolgerà sia gli operatori istituzionali (Regione, Provincia, Comune, Polo Museale, Parco dell’Ofanto, Gal dauno-ofantino) che quelli economici (vedi le associazioni di categoria), perché senza di loro non potremmo trasformare un momento di esaltazione turistico-culturale in un’opportunità di economia produttiva e sostenibile. Verranno coinvolte figure professionali che fanno riferimento ai settori dell’urbanistica, della programmazione e pianificazione paesaggistica, anche allo scopo di candidare la battaglia e il sito al riconoscimento Unesco”.

Mennea ha sottolineato, inoltre, il ruolo importante che devono avere la mobilità e la collaborazione territoriale. “In questo senso – ha ricordato – sarà determinante il ruolo della tratta ferroviaria Barletta-Spinazzola, che sarà potenziata con l’elettrificazione della linea. Barletta, Canne e Canosa, inoltre, devono diventare un unicum culturale, archeologico e turistico per dare un’offerta completa ai visitatori assetati di posti unici come questi. Il connubio è anche storico-culturale, ma servirà a far sviluppare questo territorio cogliendo opportunità finora mai sfruttate. Questa sarà la nuova sfida – conclude – che vogliamo vincere rimanendo romani, ma con lo spirito annibalico”.

Gruppo Pd Consiglio Puglia