Accordo per il credito, la soddisfazione di Pensiamo Basilicata

Cultura & Società

 BASILICATA – Il manifesto delle associazioni imprenditoriali Pensiamo Basilicata esprime soddisfazione per la  sottoscrizione dell’Accordo per il credito 2019, che individua misure di sospensione e allungamento dei finanziamenti delle pmi alla luce del nuovo contesto normativo e dei recenti andamenti di mercato.
L’accordo, sottoscritto a livello nazionale da Abi, Alleanza delle cooperative, Cia, Claai, Coldiretti, Confagricoltura, Confapi, Confedilizia, Confetra, Confimi industria, Confindustria e Rete imprese Italia, entrerà in vigore dal 1° gennaio del prossimo anno e rafforza la collaborazione tra banche e imprese per definire analisi e azioni condivise sulle iniziative normative e regolamentari di matrice europea e internazionale che impattano sull’accesso al credito per le imprese. Verrà a tal proposito costituito il Ciri, ovvero uno specifico tavolo di condivisione interassociativo sulla regolamentazione internazionale.
La misura, nello specifico, prevede la sospensione per massimo dodici mesi del rimborso della quota capitale dei finanziamenti e l’allungamento della scadenza degli stessi fino a un massimo del 100% della durata residua del piano di ammortamento. Il nuovo accordo, quindi, potrà servire a dare maggior ossigeno al tessuto imprenditoriale, sostenendone le esigenze di liquidità. Le misure di moratoria, a partire dal 2009, hanno infatti consentito alle pmi italiane di ottenere liquidità aggiuntiva per circa 25 miliardi di euro.