Ci vuole chiarezza

Politica & Diritti

Basta con gli Esecutivi di “facciata”. Gli eventi, correlati alle “incertezze” di questo Governo atipico, dovrebbero averlo fatto intendere a tutti. Ma l’incertezza è proprio determinata da un binomio politico che non riesce a garantire linee di governabilità certe. Riteniamo, quindi, che i tempi siano maturi per rendere operativo il “contratto”di governo dell’Esecutivo. Dare corpo ai contenuti di un’alleanza che garantisca la governabilità, è sostanziale. Riteniamo, del resto, che non siano state neppure focalizzate le mete raggiungibili dalla Patto Di Maio/Salvini. Lo abbiamo già scritto e lo ripetiamo: tra politica reale e partiti le coordinate non hanno collimato mai.

 Se l’economia è “sana”, la politica ne segue l’evoluzione. Ma non è vero il contrario. Non è solo una questione di logicità, ma anche di propositi che, da tempo, sono stati evidenziati nel loro complesso. La fiducia, quella che conta, non può essere solo di facciata. Sarà da verificare sul campo. Con operatività da gennaio 2019.

 Il difficile è trasformare i fini delle alleanze che consentono di fare chiarezza su quanto è principale e su quanto è secondario per il Paese. Vedremo se, poi, questo Esecutivo regga il “compromesso” contrattuale di percorso; anche a livello UE. La XVIII Legislatura è ancora tutta da avvalorare. Nel “silenzio” tra vincitori e trombati, resta l’amarezza per le sorti di un Paese ancora privo di un Potere Legislativo con chiari progetti operativi.

Giorgio Brignola