Al via il progetto di cooperazione re-water

Ambiente & Turismo

BARI – Finanziato dal programma interreg v-a Grecia-Italia

Il 13 e 14 Novembre, presso la sede di Acquedotto Pugliese S.P.A., sarà presentato a Bari il progetto “Re-water – Eco technologies for the waste water management” finanziato per 900.023,92 euro dal Programma INTERREG V-A Grecia–Italia 2014-2020.

Capofila del progetto è l’Acquedotto Pugliese S.P.A. Il partenariato di progetto è formato dal Politecnico di Bari; dal Comune di Gallipoli; dall’Università di Patrasso e dal Comune di Patrasso. I partner associati sono I’Impresa comunale di approvvigionamento idrico e fognario di Patrasso e la Regione Puglia – Sezione Risorse Idriche.

“Re-water” ha come obiettivo principale l’introduzione di tecnologie e processi ecosostenibili per gestire i sistemi di smaltimento delle acque reflue al fine di ridurre l’inquinamento ambientale sull’ecosistema marino causato dagli effluenti derivanti dagli impianti di trattamento delle acque attraverso un ulteriore miglioramento della qualità degli impianti stessi.

Nel dettaglio, il progetto mira a prevenire l’inquinamento marino e al tempo stesso garantire una notevole qualità degli effluenti, che in questo modo potrebbero essere riutilizzati in diversi ambiti, nel rispetto delle normative europee. Le azioni pilota verranno svolte nei due Comuni coinvolti nel partenariato di progetto, Gallipoli in Puglia e Patrasso in Grecia, entrambe località dove il turismo e le attività commerciali strettamente associate al mare rappresentano un settore di successo.

La durata del progetto è di 24 mesi.

Ufficio Comunicazione – Acquedotto Pugliese S.P.A

Vito Palumbo:  v.palumbo@aqp.it

Responsabile della Comunicazione – Segretariato Congiunto Programma Interreg V-A Grecia-Italia

Carmela Sfregola:  c.sfregola@greece-italy.eu; press@greece-italy.eu

www.greece-italy.eu        

Il Programma Interreg V-A Grecia–Italia 2014-2020, con una dotazione finanziaria di euro 123.176.896, è un programma bilaterale di cooperazione transfrontaliera, co-finanziato dall’Unione Europea attraverso il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e dai due stati membri (Italia e Grecia) con una quota nazionale del 15%. Il Programma ha come obiettivo principale la definizione di una strategia di crescita transfrontaliera tra la Puglia e la Grecia, finalizzata allo sviluppo di un’economia dinamica basata su sistemi smart, sostenibili e inclusivi per migliorare la qualità della vita dei cittadini di queste regioni.