Altamura. Aumenta la percentuale della raccolta differenziata

Ambiente & Turismo

Sul fronte delle discariche a cielo aperto manca ancora un piano d’azione

Giovanni Mercadante

                                              Sacchetto rifiuti abbandonato al bordo della strada

Nonostante le denunce dell’opinione pubblica sul fenomeno dei sacchetti di rifiuti abbandonati ai bordi delle strade e in aperta in campagna con discariche a cielo aperto, manca un piano d’azione per contrastare questo ignobile comportamento.

Le regole del senso civico e della responsabilità soggettiva non fanno parte  di alcuni cittadini che meritano sanzioni pecuniarie esemplari. Il territorio è selvaggiamente  violentato ogni giorno da rifiuti di ogni tipologia.

Sul piano della raccolta differenziata, un comunicato stampa del Comune fa sapere che questo nuovo sistema a raggiunto a settembre il 72,08%.

Si conferma l’andamento positivo rilevato nei mesi estivi dopo l’attivazione del servizio di raccolta differenziata porta-a-porta (a luglio il 65,40%  e ad agosto  il 76,57%).

                                                    Rifiuti ingombranti abbandonati: un divano un sanitario

Il Comune di Altamura è tenuto a trasmettere mensilmente alla Regione Puglia i dati relativi alla produzione dei rifiuti solidi urbani, i quantitativi raccolti in maniera differenziata e avviati a impianti di riciclaggio (recupero e/o valorizzazione), inserendo i dati riguardanti le quantità e la qualità dei rifiuti urbani raccolti in maniera indifferenziata e differenziata, specificando le relative destinazioni.

Le percentuali sulla raccolta differenziata dei mesi di settembre, ottobre e novembre saranno fondamentali per ottenere delle premialità sulle tariffe dell’ecotassa che il Comune di Altamura  è tenuto a pagare alla Regione Puglia.

L’ecotassa è il tributo speciale per il deposito in discarica e in impianti di incenerimento senza recupero energetico dei rifiuti solidi. Ad inizio anno, la Regione ha stabilito per Altamura un’aliquota di ecotassa pari a 25,82 €/t.

A seguito della Legge Regionale n.8 del 28 marzo 2018, il Comune si è impegnato ad incrementare ulteriormente nei mesi di settembre, ottobre e novembre la differenziata del 17% per ottenere un’aliquota di ecotassa pari a 15,00 €/t.

                                                                Materiale edile abbandonato iin campagna