10 novembre mobilitazione nazionale no Pillon

Cultura & Società

LECCE – Il centro antiviolenza “renata fonte” contro il disegno di legge pillon su separazione e affido

C/o la sede del centro, via santa maria del paradiso n. 12, lecce

NO Pillon

  1. NO alla mediazione obbligatoria
  2. NO all’imposizione di tempi paritari e alla doppia domiciliazione/residenza dei minori
  3. NO al mantenimento diretto
  4. NO al piano genitoriale
  5. NO all’introduzione del concetto di alienazione parentale

Sono questi i 5 NO che verranno ribaditi anche dal Centro Antiviolenza “Renata Fonte” il 10 novembre a Lecce nell’ambito di una mobilitazione nazionale che fa seguito alla petizione contro il Disegno di legge Pillon su separazione e affido.

La mobilitazione promossa dal Centro Antiviolenza “Renata Fonte” – che è entrato a far parte di  REAMA, Rete per l’Empowerment e l’Auto Mutuo Aiuto – si svolgerà sul territorio locale con i seguenti appuntamenti:

* il 10 novembre ore 10.30 a Lecce via Santa Maria del Paradiso n.12 conferenza stampa nel corso della quale sarà presentato il Documento del Centro Antiviolenza “RENATA FONTE” elaborato dalle avvocate Alessandra Politi e Catia Quarta e dallo psichiatra Andrea Mazzeo, un documento di 45 pagine per spiegare le ragioni per le quali il ddl Pillon va RITIRATO;

* il 13 novembre ore 16 a Diso piazza dei Cappuccini;

* il 14 novembre ore 17 a Squinzano via Del Crocifisso n.12.

La presidente Maria Luisa Toto