Tricase: una vita tutta social per la regia di Luciano Marinelli

Cultura & Società

TRICASE (LECCE) – Tricase in fermento per le riprese del social. 

Caro Luciano seconda volta dietro la macchina da presa e per la seconda volta sempre nel Salento.

Direttore, sinceramente sono lusingato dalla Sua intervista e dalla curiosità che sta scatenando questo progetto filmico. La seconda volta solo perché si è formato un gruppo di studio che si sta formando professionalmente con incontri didattici e formativi tecnico-pratici di altissimo livello. Partendo dal primo con il maestro Giancarlo Giannini finendo all’ultimo che risale al 6 e 7 Ottobre di quest’anno con un regista di grandissima esperienza e di altrettanta fama Alessio Inturri.  Questi amici che mi seguono e seguono un percorso professionale di crescita hanno bisogno di portare in pratica i loro insegnamenti teorici, la cosa credo giusta da fare e quella di creare un Cine-Lab per dare l’opportunità di misurarsi e di valutarsi loro stessi.  Il Salento credo sia tutta una location, splendida, storica, piena di tradizioni, di cultura ricca di architettura con un grandissimo capitale umano pronto a mettersi in gioco per semplice hobby o passione. Anche se non le nascondo che tecnicamente abbiamo una luce pulitissima qui in Salento e non per ultimo le persone del Salento sono di una simpatia e di una accoglienza unica.

Luciano, hai dato un titolo molto allettante per chi legge UNA VITA TUTTA SOCIAL, da chi è partita l’idea, da dove hai tratto la storia.

Realmente mi sono basato su fatti di vita vissuta direttamente o vista nei vari locali. Quanti di noi al ristorante invece di gustare e mangiare le pietanze le devono prima fotografare per postarle sui social, quanti di noi escono in comitiva e il tutto si riduce a stare seduti intorno ad un tavolino ed invece di ordinare e chiacchiere tutti sono li a smanettare sui propri apparecchi android. Proprio questo mi ha portato a riflettere e di conseguenza a scrivere la sceneggiatura di questa storia.

Voci di corridoio danno per certo Tricase la location scelta per questa pellicola.?

Confermo Direttore, confermo questo incantevole misto di architettura religiosa misto alla vita semplice di un paese sospeso tra mare e terra del Salento elementi forti  e veri di una popolazione di una dignità unica e semplice.

Sinceramente Luciano per la realizzazione di questo sforzo non solo di idee ma di mezzi e uomini ha attinto a fondi pubblici.

Sinceramente no. Non è la prima volta che accade per me non chiedere agli enti pubblici soldi per la realizzazione. Sono certo che ci sono problematiche più serie che hanno diritto di priorità, noi si siamo una industria ma siamo l’industria del divertimento, delle illusioni del sorriso, ma purtroppo con tutto quello che accade preferisco che i bilanci comunali mantengano fede a quello di previsione e di consultazione senza essere tra le voci di spesa.

Scusami Luciano, ma come fate allora, girate con i cellulari per risparmiare.? Niente tecnici, niente maestranza?

Caro direttore assolutamente no, noi un po’ ci finanziamo, come tutte le associazioni teatrali e culturali e poi grazie ad alcune realtà di spicco del territorio troviamo volontariamente degli sponsor pronti a credere al nostro progetto.

Ma accade sul serio???

Certo Direttore, le faccio un esempio specifico, eravamo a Tricase per dei sopralluoghi e valutazioni di luce, arrivati alle 18.00 ( quando era già tutto buio) ci siamo fermati ad un negozio in via Giolitti per delle valutazioni di acquisti per la scena finale.  Un bellissimo negozio di fiori che leggendo l’insegna per me era già tutto un programma e domande da fargli ROSA BLU. Ho avuto il piacere di parlare con la signora, la quale mi aveva chiesto il perché di questo quantitativo e del carrello  espositivo di fiori. A quel punto ho dovuto vuotare il sacco, la signora estasiata dalla dinamica e dalla trama ha chiamato il marito ed ha chiesto cortesemente di potergli replicare il quanto detto. Nel fra tempo la gentilezza e la garbatezza dei titolari hanno fatto si che io raccontassi la sinossi della pellicola in compagnia di una buonissima tazza di caffè.  Dopo che il racconto era finito il signore e la signora che poi ho saputo fossero marito e moglie, mi hanno guardato e mi hanno detto che gli è piaciuta la storia e che se il loro contributo come sponsor servisse per dare più vigore alla realizzazione del progetto per la comunità di Tricase avrebbero dato un contributo e inoltre avrebbero allestito gratuitamente la location per la scena a costo zero. La frase che più mi ha colpito di Marco (titolare esercente) Tricase vale e vale fare uno sforzo per questo splendido comune. Lì non le nascondo Direttore che ho fatto fatica a trattenere le lacrime per l’amore che un imprenditore ha voluto sottolineare per il suo paese.

Complimenti veramente ai titolari della Rosa Blu e per il suo slancio d’amore per il suo territorio,  a questo punto, ci potresti confermare sempre voci di corridoio che danno per scontato i locali dell’attrice premio Oscar Helen Mirren , sia il Pub che i l ristorante.

Madonna mia, sapete tutto. Si confermo. Abbiamo delle interne nel Pub denominato Farmacia Bilboa e nel ristorante adiacente la piazza centrale dove verranno effettuate alcune altre  riprese. Di questo devo ringraziare un brillante direttore  e gestore dei locali della Sig. Helen Mirren l’amico Paolo Serrano vero Director manager delle strutture di eccellenza alle quali per esigenze di riprese abbiamo valutato e che ci sono stati concessi. Ripeto persone splendide. Ribadisco pubblicamente il GRAZIE.

Per le autorizzazioni comunali come avete fatto.

Semplicissimo, abbiamo trovato persone serie, professionali e che facevano e fanno solo gli interessi del proprio comune, ci hanno mostrato posti splendidi dal Castello a chiese e vicoli di particolare suggestione. Eravamo accompagnati personalmente dall’assessore alle politiche giovanili Lino Peluso, con il quale abbiamo stretto una bellissima amicizia ed il quale ci ha presentato alcuni componenti della giunta e del consiglio. Persone che rendono merito alla loro comunità, inoltre faccio presente che a Tricase si svolge da Dicembre uno tra i più belli e grandi e suggestivi presepi viventi d’Europa, ed io come turista con tutto il mio staff non vorrò sicuramente perdermelo da visitatore.

Qualche dettaglio sul cast ? Tu Luciano ci sarai anche come attore ?

Grazie per la domanda Direttore. Ho l’occasione di fare i nomi di attori in erbe ma che certamente ne sentire parlare di loro: Alcuni hanno partecipato a film internazionali come American Assassin – Six Underground  e all’ultimo film Rai girato qui in Salento per Rai Cinema per la regia di F.M. Cortese dal titolo FREE. Il cast di Una vita tutta social e composto da Francesco Longo; Martina Lospinuso; Anna Convertini; Irene Paolucci; Pina Martina; Giorgia Piscopiello; Cecilia Marino; Luce D’Ambrosio; Gianni Ruvolo; Francesco De Virgilio; Mary Lamacchia; Aurelio Lomaistro; Andrea Lacalamita: Nicola Alfonso; Giordano Nestola; i piccoli Filippo Martina e Angelo Diego Palazzo; Giovanni Trisolini;Mattia Elia ( già protagonista dellla pellicola LO SCRIGNO DEGLI ANGELI) ; Salvatore Cazzolla;Emanuele Martina. Alcune figurazioni semplici verranno scelte in loco o segnalate dal comune o dalle parrocchie.  Dimenticavo l’altra domanda, No assolutamente no, non sarò attore ma solo regista.

Ci sono oltre gli amministratori di Tricase altre persone che ti stanno supportando in questo progetto.

Sinceramente si, anzi parecchie, ovviamente mi sto interfacciando con un amico che da poco abbiamo iniziato una sinergia simatica professionale, mi ha dato una mano nel risolvere alcuni problemi logistici nel film della Rai dal Titolo Free lui è Maurizio Longo ed oggi sta seguendo vivamente il progetto in lungo ed in largo, inoltre abbiamo anche Emanuele Za, al quale va il mio ringraziamento personale per il supporto tecnico e logistico scenografico per le riprese. Poi ovviamente mi piacerebbe ringraziare il dott. Antonio Quarta ( Quarta Caffè), la DIVELLA  S.p.A. nella persona del Presidente dott. Francesco Divella  ed inoltre  l’amico Raffaele De Marco titolare delle cantine DE MARCO di Cellino San Marco ( Produce placament del progetto) e come ultimo ma non ultimo il fornitore degli occhiali Mazoon.  A loro va un grandissimo Grazie per aver dato  sostegno al progetto.

A quando il primo ciack Luciano?

E’ tutto pronto anzi prontissimi, ma Non posso dire la data per ovvie ragioni, ma certamente nella prima decade di Dicembre e confermo che tutte le scene esterne saranno effettuate  nel comune di Tricase. Vorrei concludere Direttore, ringraziandoti per lo spazio che mi hai voluto  dedicato, per l’opportunità di parlare di una forma d’arte che si chiama cinema, ringraziarti per avermi dato l’opportunità nel raccontare che tante persone sono propense a dare sempre più lustro alle loro realtà cittadine o paesane e inoltre a potermi fare ringraziare l’amministrazione comunale tutta del comune di Tricase, dal Sig. Sindaco alla giunta tutta a tutti i suoi splendi consiglieri di una Tricase Tutta SOCIAL, ed un abbraccio al mio amico Lino Peluso  assessore alle politiche giovanili.

Grazie a tutti i lettori e a presto per il primo ciack a Tricase.