Un turno di abbonamento concepito ad hoc

Cultura & Società

Fondazione Petruzzelli Bari

Un turno di abbonamento concepito ad hoc per chi non ama far tardi la sera.

Dalla Fondazione Petruzzelli un turno di abbonamento infrasettimanale dedicato a chi non ama fare tardi la sera, ma non vuole rinunciare alla magia dell’opera.

Sottoscrivere un abbonamento alla “Stagione d’Opera e Balletto 2019” della Fondazione Petruzzelli scegliendo il turno D, darà la possibilità al pubblico di fruire di spettacoli dal vivo emozionanti, senza dover rincasare a tarda ora.

L’orario di inizio delle recite in programma per le giornate del turno D è infatti quello delle 18.00: una scelta precisa che intende offrire, soprattutto alle famiglie, l’opportunità di godere pienamente della bellezza dell’opera e del balletto, senza la preoccupazione di fare le “ore piccole”.

A partire da martedì 30 ottobre sarà possibile sottoscrivere i nuovi abbonamenti.

La sottoscrizione dell’abbonamento 2019 garantirà un tangibile risparmio rispetto all’acquisto dei singoli titoli di ingresso per gli eventi in cartellone.

Novità di quest’anno la possibilità di rinnovare l’abbonamento anche con bonifico bancario, scrivendo una mail ad abbonamenti@fondazionepetruzzelli.it.

Altra novità: la possibilità di acquistare tutto l’anno buoni regalo con REGALOPERA che offre la possibilità di donare gli spettacoli in cartellone, scegliendo un posto nel settore preferito.

L’apertura della “Stagione d’Opera e di Balletto 2019” sarà affidata a Simon Boccanegra di Giuseppe Verdi,  nuovo allestimento scenico della Fondazione Teatro Petruzzelli,  in coproduzione con Fondation pour l’Art Musical, Lyrique et Chorégraphique-Opéra de Lausanne e Slovene National Theatre Maribor. Sul podio dell’Orchestra del Teatro Petruzzelli Jordi Bernàcer, a curare la regia Arnaud Bernard. Maestro del Coro Fabrizio Cassi.

Nel mese di febbraio andrà in scena Madama Butterfly di Giacomo Puccini, allestimento scenico della Fondazione Teatro Petruzzelli, per la direzione di Giampaolo Bisanti (direttore stabile dell’Orchestra del Teatro) e la regia di Daniele Abbado. Maestro del Coro Fabrizio Cassi.

A marzo è in programma Slava’s SnowShow . Ideato e messo in scena da Slava Polunin, considerato “il miglior clown del mondo”, questo spettacolo è considerato  “un classico del teatro del XX secolo” (The Times, Londra), visto in decine di Paesi, centinaia di città, migliaia di volte da milioni di spettatori.

Ad aprile è in cartellone Die Walküre (La Valchiria) di Richard Wagner, nuovo allestimento scenico della Fondazione Teatro Petruzzelli, dall’idea scenica originale del 2009, per la direzione di Stefan Anton Reck e la regia di Walter Pagliaro. Maestro del Coro Fabrizio Cassi.

Nel mese di giugno sarà la volta di Tosca di Giacomo Puccini, allestimento scenico della Fondazione Teatro Regio di Parma, diretto da Antonio Pirolli  (22, 23, 27, 28, 29, 30 giugno, 2 e 3 luglio) e Alvise Casellati (25, 26 giugno) e per la regia di Joseph Franconi Lee  (da un’idea di Alberto Fassini). Maestro del Coro Fabrizio Cassi.

A settembre andrà in scena Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, allestimento scenico del Rossini Opera Festival di Pesaro, per la direzione di Renato Palumbo e la regia di Pier Luigi Pizzi. Maestro del Coro Fabrizio Cassi.

Ad ottobre doppio appuntamento con la direzione di Renato Palumbo:  La voix humaine di Francis Poulenc, allestimento scenico del Teatro Comunale di Bologna per la regia di Emma Dante e Cavalleria rusticana allestimento scenico della Fondazione Teatro Petruzzelli di Pietro Mascagni, per la regia di Michele Mirabella, maestro del Coro Fabrizio Cassi.

A novembre è in programma Eugenij Onegin di Pëtr Il’ič Čajkovskij, produzione e allestimento scenico dell’Helikon Opera Moscow, con la direzione di Valery Kiryanov e la regia di Dimitry Bertman, dall’originale storico di Konstantin Stanislavsky. Maestro del Coro Fabrizio Cassi.

Sempre a novembre arriva la grande danza con Ballet Preljocaj di Angelin Preljocaj che proporrà lo spettacolo La Fresque (dal racconto cinese “La pittura sul muro”).

A chiudere la Stagione d’Opera 2018 sarà La Bohème di Giacomo Puccini, nuovo allestimento scenico della Fondazione Teatro Petruzzelli, per la direzione di Giampaolo Bisanti e la regia di Hugo De Ana. Maestro del Coro Fabrizio Cassi.

Informazioni: 080.975.28.10.