Desiree: “una preghiera per lei, va ripristinato ordine dove non c’é”

Cultura & Società

ROMA– “Desirée è stata drogata, violentata da un branco di stranieri, lasciata a morire in uno stabile abbandonato. E nonostante ciò i soliti idioti pensano ad attaccare Salvini. Una preghiera per lei, con la promessa di riportare ordine dove non c’è.
Bestie come quegli uomini non dovrebbero poter accedere al rito abbreviato, per questo spero che la Camera approvi quanto prima la norma di cui sono relatrice per rendere inapplicabile il giudizio abbreviato a reati punibili con l’ergastolo.”

Lo scrive su Facebook la deputata pugliese della Lega Anna Rita Tateo, in merito alla tragica vicenda di Desirée.