Che futuro avranno gli organi?

Cultura & Società

di Andrea Filisetti 

Il futuro degli organi sul territorio della Valle Seriana, un grande patrimonio poco conosciuto e valorizzato, non è così certo. A minacciare gli strumenti musicali non è un tarlo che rosicchia trasmissioni e apparati, nemmeno un vandalo che va di chiesa in chiesa a danneggiarli. Escludiamo anche il tema della centralità dello strumento nelle liturgie, che meriterebbe comunque un approfondimento a parte.

Semplicemente l’interesse verso altri strumenti e generi musicali si riverbera anche nelle scelte dei giovani, oggi orientati ad apprendere altri strumenti. Questione dunque di ricambio generazionale.

Cicli, mode: anche la musica ha i suoi periodi. «Se pensiamo allo sviluppo degli organi in Valle Seriana – spiega il maestro Giuliano Todeschini – la metà dell’Ottocento può essere considerato come il nostro periodo d’oro. Allora importanti artigiani, penso ai Serassi, Bossi, Perolini e altri grandi nomi del settore, hanno realizzato strumenti musicali davvero notevoli.

Se sulla fine del secolo scorso abbiamo visto una fase di attento recupero delle condizioni originali, forse oggi assistiamo a un affievolimento dell’interesse. Ma la cosa più preoccupante è che sono davvero pochi i giovani ad accostarsi a questo strumento. Un tempo in Alta Valle c’è stata anche una “succursale” della scuola Santa Cecilia di Bergamo in cui si sono formate generazioni di organisti. C’è qualche giovane che si avvicina, ma secondo me il ricambio capillare con questi numeri non è garantito».

Oggi rischiamo quindi di essere spettatori di un’ultima fase di una grande tradizione della musica organistica con strumenti pregevoli, probabilmente oggetto di preziosi e costosi restauri, ma di fatto messi in moto solo in rare occasioni.

Un’intervista al maestro Giuliano Todeschini sul patrimonio legato agli organi presenti in Valle Seriana andrà in onda questa sera all’interno di Target alle ore 19 (Antenna2 tv, canale 88 del digitale terrestre). Un commento sul futuro degli organi nel telegiornale alle ore 19.20.