Furto o rottamazione proposta di legge per il rimborso del bollo

Politica & Diritti

BARI – Se un’automobile viene rubata o rottamata, la Regione dovrà rimborsare l’automobilista della tassa automobilistica regionale (il cosiddetto “bollo auto”) o compensarlo, con una riduzione pari al periodo non goduto, se acquista un altro veicolo. Sostanzialmente queste le richieste della proposta di legge “Modifica alla legge regionale 4 dicembre 2003, n.25” presentata dal consigliere regionale Mimmo Santorsola.
“Grazie a questa legge – spiega Santorsola – forniremo agli automobilisti la possibilità di richiedere, a partire dal primo gennaio 2019, la compensazione su un nuovo veicolo di proprietà o il rimborso del bollo auto, qualora il pagamento sia già stato effettuato, nel caso in cui l’automobilista non sia più in possesso di quell’auto per furto, ovviamente debitamente documentato, o rottamazione”.
L’importo della riduzione è pari alla quota parte di tassa pagata sul precedente veicolo per il periodo in cui non si è goduto del possesso. L’immatricolazione o, per esempio, l’acquisto di un veicolo usato, devono però avvenire entro e non oltre 6 mesi dalla perdita di possesso dell’auto. Se un automobilista acquista invece un’auto nuova, gli viene riconosciuta la facoltà di ridurre l’importo da versare a titolo di tassa automobilistica per il veicolo appena acquistato.
Per la quantificazione degli oneri conseguenti alla proposta di legge, sono stati analizzati i dati regionali sui furti d’auto e il costo medio di un bollo auto per un’auto di piccola o media cilindrata, per un bilancio complessivo, per il 2019, di 379.000 euro circa.