Università Bari, Caroppo (LEGA): 80 dei 93 posti letto per matricole a immigrati

Cultura & Società

Pugliesi discriminati

«Un sistema balordo che finisce per discriminare gli studenti e le famiglie pugliesi, di fatto esclusi dai benefici per il diritto allo studio previsti per loro! Nessuno si sorprenda, poi, della rabbia che cova nel nostro tessuto sociale…» è il commento del Segretario Regionale pugliese della Lega, il Consigliere Andrea Caroppo, alla notizia della pubblicazione della graduatoria provvisoria per l’assegnazione dei posti letto alle matricole iscritte all’Università di Bari pubblicata oggi da Adisu Puglia.
«Non ho creduto ai miei occhi: su 93 assegnatari, 80 sono immigrati! Com’è stato possibile? Semplice: essendo la graduatoria formulata sulla base dell’ISEE del nucleo familiare, chi ha dichiarato reddito zero perchè lavora in nero o si avvale della fiscalità del paese di provenienza, ha scavalcato anche le famiglie pugliesi con reddito vicino allo zero di fatto lasciandole tutte fuori dalla graduatoria. Gli studenti pugliesi provenienti da famiglie poverissime e povere che avevano diritto al beneficio sono stati, dunque, quasi tutti esclusi.
É una vergogna – conclude Caroppo -, la Giunta Emiliano avrebbe dovuto adeguare la normativa regionale sul punto per renderla equa e ragionevole, non folle e discriminatoria per i pugliesi».

Andrea Caroppo

GRADUATORIA-BARI-POSTO-LETTO-MATRICOLE-MAGISTRALI