Regione Puglia finanzia film su promotore della pedofilia e dell’incesto

Cultura & Società

Cinema, Caroppo (LEGA): «Con decine di migliaia di euro risorse del POR Puglia 2014/2020, attraverso Apulia Film Fund e Apulia Film Commission, la Regione Puglia sta di fatto finanziando un film su uno dei promotori della pedofilia», è quanto rivela il Segretario Regionale della Lega, Andrea Caroppo, mentre tra Lecce e Brindisi di stanno girando le riprese di “Anni Amari”, film sulla figura di Mario Mieli.
«Voglio sperare che Emiliano e i suoi non sappiano a cosa incitava Mario Mieli, un personaggio che faceva uso di droghe, mangiava i propri escrementi e, tanto per dirne una, a Londra, nel 1975, nudo e drogato, cercava nell’aeroporto di Heathrow un poliziotto con cui avere rapporti sessuali. Ma, ove tanto non bastasse a ritenere inopportuno promuoverne la figura, Mieli era un promotore della pedofilia. Non lo dico io, ma è un fatto noto, come note sono le eloquenti citazioni di Mieli.
“Noi, si, possiamo amare i bambini. Possiamo desiderarli eroticamente rispondendo alla loro voglia di Eros, possiamo cogliere a viso e a braccia aperte la sensualità inebriante che profondono, possiamo fare l’amore con loro”. Lo scriveva nel 1977 (in Elementi di critica omosessuale) dolendosi del fatto che “i rapporti sessuali in particolare omosessuali tra bambini vengono repressi”, parlando di “tabù” rispetto al “binomio sessualità-infanzia” e di “ossessione quasi patologica che trasforma il timore della pedofilia in una vera e propria caccia alle streghe”.
Non ci sono parole – conclude Caroppo – per censurare il fatto che Emiliano usi i soldi dei pugliesi per proporre ai giovani questi “modelli”».

Andrea Caroppo