Turismo ferroviario con carrozze d’epoca

Politica & Diritti

Perrini: “Il progetto non è andato perso, le FSE si sono dette disponibili”
Dichiarazione del consigliere regionale di Direzione Italia/Noi con l’Italia, Renato Perrini

Il progetto di slow travel con carrozze antiche che attraversino la nostra splendida Valle d’Itria non solo non è tramontato, ma l’amministratore delle FSE, oggi Ferrovie dello Stato, ing. Botti, ha rassicurato che fra le carrozze che vanno in demolizione (come da bando pubblicato sul sito) non vi sono 10/12 convogli d’epoca che una volta ristrutturati e con locomotive di proprietà delle FS potranno in futuro essere un’offerta turistica che si aggiunge a quelle già offerte dal territorio.
Grande soddisfazione anche da parte di un rappresentante dell’Aisaf (Associazione Ionico-Salentina Amici delle Ferrovie), volontari che da tempo dedicano il loro tempo a rimettere “in sesto” queste carrozze d’epoca. Ora occorrerà fare uno sforzo in più, la ristrutturazione richiede pezzi di ricambio che possono essere recuperati dai convogli in demolizione. Mi farò portavoce anche di questa esigenza che diventa quasi secondaria di fronte alla disponibilità da parte della società di programmare in futuro un treno turistico antico.
Grande dispiacere per l’assenza in Commissione, durante l’audizione proprio dell’assessore al Turismo, Capone, alla quale più volte ho esposto l’importanza di un simile progetto per la nostra bellissima zona.