Bcc Castellana Grotte

Cultura & Società

Presentazione e vittoria in amichevole , la serata perfetta.
La bella giornata di pallavolo del Palagrotte si chiude con un netto 3 a 0 ai danni della Tonno Callipo. Grande entusiasmo sugli spalti per la presentazione del team.
Nel prossimo weekend quadrangolare a Veroli (FR) contro Sora , Siena e gli stessi vibonesi.

Erano quasi cinque anni che lo storico impianto castellanese del Palagrotte non assaporava l’ossigeno della massima serie di volley e l’accoglienza è stata di quelle che non ti aspetti. La curiosità di conoscere i nuovi protagonisti della pallavolo cittadina e di vederli all’opera in campo ha spinto i tifosi ad accorrere numerosi all’appuntamento. Sfidando il gran caldo erano quasi mille spettatori a salutare ed apprezzare i propri beniamini che dopo la breve cerimonia di presentazione con gli interventi del Presidente Carpinelli, del Presidente dell’isitituto di credito castellanese title sponsor della società, Augusto Dell’Erba e del Vice Sindaco Luisa Simone che con l’Assessore allo Sport Maurizio Pace hanno fatto gli onori di casa Bcc, hanno sfidato gli avversari della Tonno Callipo Vibo Valentia che si prospetta come diretta concorrente alla lotta per la salvezza nel campionato di Superlega che inizierà il prossimo 14 ottobre.
“Giocare a Bari rappresenta un grande impegno ma anceh una grande responsabilità – afferma il Presidente della società castellanese Gaetano Carpinelli – , soprattutto in questa stagione nella quale ritornano le retrocessioni. Crediamo di aver fatto quanto nelle nostre possibilità per attrezzare un roster capace di mantenere la categoria sperando in un prossimo futuro di poter tornare a giocare qui , a casa nostra.”
Gli fa eco il Vice sindaco Luisa Simone che conferma l’impegno dell’Amministrazione Comunale nel perseguire la realizzazione – già in progetto – dell’ampliamento del Palagrotte castellanese , in attesa delle notizie che si attendono nelle prossime settimane dal Coni che dovrebbe finanziare il progetto stesso.

Ma veniamo al match amichevole che ha mostrato una Bcc in crescita rispetto al primo test match di mercoledì scorso con la Lube Civitanova. Finisce 3-0 per i pugliesi che vincono anche il set supplementare con i campo le seconde linee.
Vibo è scesa in campo senza i suoi tre giocatori impegnati ai mondiali , BArreto Silva Bra, Lopez ARG e Skrimov BUL mentre Tofoli deve rinunciare ancora a capitan De Togni alle prese con un problema muscolare lieve agli addominali. QUindi gli ospiti anno in campo con Zhoukoski al palleggio ed Al Hachdadi opposto, Mengozzi e Vitelli centrali con Strobach ed il giovane Battaglia schiacciatori con Marra libero.
Tofoli risponde con la diagonale Falaschi-Renan, Zingel e Scopelliti centrali e Mirzajanpour e Wlodarczyk in banda con Cavaccini libero.
In avvio di gare le due formazioni cercano i giusti equilibri e le contromisure adatte, non senza fatica. Diversi gli errori ma il periodo li giustifica; i vibonesi sono fallosi soprattutto in battuta (21 errori) e la Bcc che azione dopo azione cresce in efficacia sia in attacco (chiude al 68%) ma anche a muro con i 12 vincenti che di fatto spengono le velleità in attacco degli avversari. Prese le misure al vigoroso opposto marocchino Al HAcdadi, Falaschi e compagni prendono ritmo ed in attacco spingono con tutti gli effettivi. Renan ed i due martelli tengono alte le percentuali e la battuta dell’iraniano Mirzajanpour (Mirza) definisce le sorti del primo parziale con la New Mater che schizza in un amen dal 20 pari al 25-21.
Un po’ più combattuto il secondo parziale con sceneggiatura simile al set precedente , errori in battuta a catinelle per Vibo , muro ed attacco concreti in casa pugliese. La buona prestazione del tedesco Strohbach (13 punti col 62%) non è sufficiente per impattare il match che si chiude con l’ennesimo errore dai nove metri degli ospiti, 25-23.
Terzo set più in scioltezza per i padroni di casa che affondano i colpi in attacco con le due bande Wlodarczik e Mirzajanpour ; Zingel e soci continuano a dominare a muro ed la gara si chiude col 25-20 finale che regala fiducia e convinzione agli uomini di Tofoli che settimana prossima saranno chiamati di nuovo alla prova del campo nel quadrangolare con la stesa Vibo, Sora e Siena nel Memorial Nonno Gino in programma al palasport di Veroli il prossimo fine settimana.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

Falaschi (palleggiatore Bcc Castellana): “In termini di risultato sicuramente è andata decisamente meglio rispetto alla trasferta di Civitanova dove direi che abbiamo molte attenuanti. Oggi abbiamo espresso meglio quello che abbiamo fatto in palestra. Siamo un cantiere aperto ovviamente ma abbiamo tutto il tempo per riuscire a trovare migliori automatismi. Queste gare ci servono per mettere in prativa il lavoro settimanale e ci danno la summa di quel che dobbiamo migliorare. Le prossime amichevoli ci aiuteranno molto in tal senso.”

Tofoli (coach Bcc Catellana Grotte) : “Abbiamo sicuramente migliorato la prestazione rispetto a mercoledi scorso. Ci manca ritmo partita che dobbiamo acquisire ma un mattoncino alla volta dobbiamo crescere in tutti gli aspetti ; serve conoscerci meglio tutti anche in campo. Nel prossimo weekend abbiamo un test importante con squadre che saranno sul nostro livello in campionato. Sarà un bel test ma la nostra test deve essere sul lavoro per arrivare bene all’esordio del 14 ottobre.”

IL TABELLINO
BCC CASTELLANA GROTTE VS TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA 3-0 (25-21, 25-23, 25-20) –
Set supplementare 25-20

BCC CASTELLANA GROTTE: Zingel 8, Falaschi 1, Scopelliti 7, Mirzajanpour 11, Renan 10, Wlodarczyk 7, Cavaccini L, Kruzhkov 3, Quartarone 0; NE. Agrusti, Pace L, Kovac, De Togni, Studzinski. All Tofoli
Batt. sb. 17, ace 3, attacco 68%, ric pos. 62%, prf. 36%, muri 12, errori 10.
Vibo Valentia: Zhoukoski 3, Vitelli 6, Al HAchdadi 14, Battaglia 3, Strobach 14, Mengozzi 5, Marra L, Armennate 0, Marsili 0, Sorrenti 0, Cappio 0; NE Focosi, Presta, Domegala.
All. Battocchio.
Batt. sb. 21, ace 6, attacco 53%, ric pos. 50%, prf. 23%, muri 3, errori 10.

nelle foto di CONSAGA : il team 2018/19, attacco di Zingel, attacco di Renan