Il meeting del volontariato saluta la Fiera del Levante

Politica & Diritti

Fieri di esserci “stati”! Volontari per il cambiamento “iniziato”

Nasce l’alleanza tra no profit e profit:  nei prossimi mesi la formalizzazione di rapporti strutturati

Giunge al termine il Meeting del Volontariato, che nella XI edizione “Fieri di esserci! Volontari per il cambiamento” ha fatto il “salto in lungo”, come annunciato alla sua vigilia da Rosa Franco, presidente del Centro di servizio al volontariato San Nicola, l’Ente organizzatore della manifestazione con le associazioni no profit del territorio. “In Fiera del Levante gli oltre 2mila volontari partecipanti, parte significativa dei circa 40mila operatori del bene presenti nelle comunità di Bari e Bat, hanno portato il cuore, la loro umanità, la loro capacità di mettersi in gioco, di coinvolgere i numerosissimi visitatori proponendo eventi, incontri, spettacoli, dimostrazioni.” ha affermato la presidente. “La presenza di molti rappresentanti istituzionali e di alcune aziende locali, provocati positivamente al valore della solidarietà, è stata la testimonianza di avere dato contenuto allo slogan di quest’anno perché siamo “Fieri di esserci “stati”! Volontari per il cambiamento “già iniziato”. Il Meeting del Volontariato quest’anno, infatti, è stato l’inizio di un percorso che proseguirà nei prossimi mesi e porterà alla formalizzazione di un rapporto strutturato con gli enti privati, a partire dalla Camera di Commercio di Bari, per realizzare azioni congiunte che facciano incontrare il no profit e il profit”.

Un’esperienza nuova e avvincente anche per Alessandro Ambrosi, presidente della società Nuova Fiera del Levante, nonché della Camera di Commercio di Bari, che ha fortemente sostenuto la richiesta del Csv San Nicola di adibire un padiglione, la Nuova Hall, al volontariato. “Il no profit in Fiera ha dato ulteriore sostanza al percorso che era nostra intenzione proporre in Campionaria, dando seguito al messaggio lanciato da papa Francesco a Bari nel mese di luglio – ha affermato il presidente il quale guarda già in prospettiva per una futura edizione. “Non mi piace fare promesse e parlare delle cose che farò – ha annunciato Ambrosi – però l’anno prossimo mi piacerebbe dedicare al volontariato uno spazio che possa permettere un contatto più diretto con i visitatori e gli espositori della Fiera al fine di una partecipazione ancor maggiore”.

Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia, che ha incontrato i volontari e con loro si è fermato a parlare, a condividere esperienze e valori, ha elogiato l’opera delle associazioni: “Il volontariato è cuore e ragione, questa è la sua forza. Solo ragionando possiamo acquisire una profonda consapevolezza del significato di quello che facciamo con il cuore e attribuirgli un senso”.

Antonio Decaro, ha evidenziato l’importanza delle reti nella comunità, alla cui costruzione tanto concorre l’opera delle associazioni: “La rete nelle comunità è di fondamentale importanza perché esprime la voglia della gente di stare insieme, di condividere, di realizzare un progetto per il bene di tutti. Recenti indagini dell’Istat dimostrano che le persone hanno una scarsa fiducia nelle istituzioni, ma anche tra loro serpeggia una diffidenza. Il dato positivo riportato è che invece la gente si sente unita quando condivide un percorso comune. È su questo che dobbiamo lavorare, con ‘aiuto delle associazioni”.

Grande apprezzamento all’opera dei volontari da parte dei maggiori rappresentanti degli enti pubblici che hanno visitato il padiglione del bene: il presidente regionale Michele Emiliano,  il presidente dell’Ente Nuova Fiera del Levante Alessandro Ambrosi, il neo presidente dell’Ente Autonomo Fiera del Levante Pasquale Casillo, il commissario governativo del Coordinamento delle iniziative Antiracket e Antiusura Domenico Cuttaia, il senatore Giovanni Endrizzi, il prefetto di Bari Marilisa Magno, il sindaco di Bari Antonio Decaro con i due assessori alle Politiche sociali Francesca Bottalico e allo sviluppo economico Carla Palone e il consigliere Giuseppe Cascella, il commissario di Polizia, Giuseppe Poggi, il giudice delle esecuzioni immobiliari del Tribunale di Bari Laura Fazio, l’assessore ai Diritti e Equità sociale del Comune di Andria Magda Merafina.

Tanti gli eventi e i temi trattati durante il Meeting del Volontariato. Si è parlato di povertà, nella sua duplice e drammatica valenza di povertà economica e povertà di relazioni; di economia civile e del ruolo del terzo settore che, oggi, gioca un ruolo strategico e moltiplicatore di valore e sviluppo economico. Si è parlato della Riforma del Terzo settore, che interessa 6milioni di persone in Italia, di cui 300mila pugliesi, che operano gratuitamente per il bene delle comunità; di promozione della cultura del dono tra i giovani; della piaga dell’indebitamento delle famiglie, dell’usura – che ammonta a 37,25 miliardi di euro per un totale di giro di affari pari a 82 miliardi – e di esecuzioni immobiliari; di progetti che portano le cure mediche nelle periferie; di sana alimentazione e supporto psicologico nel paziente oncologico; del ruolo dei cargivers con la persona affetta da demenza; di alternanza scuola lavoro; di sicurezza stradale; di randagismo; del diabete dei bambini; del portale Buoncampo; lo spazio virtuale che mette in rete persone, enti no profit e risorse per coltivare progetti; della cura del disabile; dei progetti Bottega della fiducia e Antenne sociali per creare reti nella comunità e contrastare la solitudine; dell’informazione corretta contro le dipendenze da stupefacenti.

Numerosi i relatori, tra i quali Domenico Cuttaia, commissario governativo, mons. Alberto D’Urso, presidente della Consulta nazionale Antiusura e della Fondazione San Nicola e Santi Medici di Bari, Enzo Quarto, giornalista Rai, Giorgio Fiorentini, docente dei Dipartimento di Scienze sociali e politiche della SDA Bocconi di Milano, Franco Caradonna, imprenditore Amministratore delegato presso Unitrat, Attilio Simeone, coordinatore del Cartello Insieme contro l’azzardo, Laura Fazio, giudice delle esecuzioni immobiliari del Tribunale di Bari, Onofrio Pagone, giornalista per Gazzetta del Mezzogiorno, Cardenia Casillo, consigliere delegato della Fondazione Casillo, l’attrice Tiziana Schiavarelli e il regista e attore Lino De Venuto.

In occasione della manifestazione sono stati sottoscritti due protocolli di intesa: Il primo tra Csv San Nicola e CROAS Puglia – Ordine degli Assistenti Sociali Regione Puglia, che nei mesi a seguire si concretizzerà in progetti congiunti funzionali al migliore sviluppo di interventi a più voci sul territorio; il secondo tra A.n.c.i. Puglia e l’associazione Donatori di Sangue Fratres Puglia, per avviare attività continuative di confronto tese a garantire in modo stabile il raccordo e le comunicazioni tra il sistema dei Comuni, delle Aziende Sanitarie e quello associativo Fratres.

La proposta culturale del Meeting del Volontariato è stata anche arte, nelle sue varie forme proposte dal Csv San Nicola e dalle stesse associazioni no profit: due mostre fotografiche, cinque eventi musicali, tre spettacoli teatrali, tre libri presentati. Numerose le attività per i bambini: spettacoli delle marionette, laboratori manuali, giochi dinamici di gruppo, sculture di palloncini, attività ludico ricreative.

Ufficio stampa Csv San Nicola -Marilena De Nigris – cell. 3338234732 – ufficio stampa@csvbari.com