Massafra, PD: due obbiettivi raggiunti

Politica & Diritti

Ida Cardillo, capogruppo del Partito Democratico di Massafra (TA) e Angelo Notaristefano, segretario Giovani Democratici hanno trasmesso nella giornata di ieri un comunicato stampa in cui manifestano la loro soddisfazione per due importanti risultati ottenuti.
Di Pietro Dragone

MASSAFRA – Il Partito Democratico di Massafra (TA) e i Giovani Democratici, in questi giorni, hanno ottenuto due importanti risultati con l’obiettivo di difendere il bene comune di Massafra.

Lunedì mattina il capogruppo del Partito Democratico Ida Cardillo ha protocollato un’istanza, al sindaco e all’assessore ai lavori pubblici, in cui si richiedeva con urgenza la pulizia del piazzale della Madonna della Scala e la disinfestazione della città per bloccare un’anomala ondata di zanzare.

Il piazzale della Madonna della Scala era da tre settimane coperto di fango, terra e detriti giunti a causa dell’acquazzone del 21 agosto e del 7 di settembre 2018. Una situazione “indecorosa” per quello che è il primo luogo di accesso al santuario e al villaggio rupestre. Dopo la segnalazione a firma del partito di centro-sinistra, il Comune ha avviato una pulizia straordinaria, bonificando il piazzale.

L’altra interpellanza ha riguardato “una constatazione che ogni cittadino sta facendo in questi giorni” ovvero che quest’anno tutta Massafra è invasa dalle zanzare con tutte le problematiche connesse.

Un’emergenza che “non va sottovalutata perché possono crearsi disagi gravi per tutta la cittadinanza”. Per questo il PD ha sollecitato l’Amministrazione di correre immediatamente ai ripari. Mercoledì si è tenuta una disinfestazione straordinaria del territorio comunale.

“Siamo soddisfatti – si legge nel comunicato stampa – della risposta dell’amministrazione” che ha eseguito degli interventi straordinari, andando incontro alle richieste di tutela della salute dei massafresi e del territorio fatte dal PD.

“Questo vuol dire fare “Politica” in maniera costruttiva, con passione e coerenza a servizio dei cittadini massafresi”.