Al via da ottobre il nuovo bando Voucher Fiere 2018-2019

Politica & Diritti

Cinque milioni per le micro, piccole e medie imprese

Nunziante: “Cosi ampliamo le opportunità delle nostre aziende anche più piccole sui mercati esteri”

Si aprono nuove opportunità per le imprese che vogliono cogliere la sfida dei mercati esteri, internazionalizzando. Esce ad ottobre il nuovo bando Voucher Fiere 2018-2019. Cinque milioni di euro per sostenere le imprese pugliesi che partecipano a manifestazioni fieristiche internazionali in Italia e all’estero, per esplorare nuovi mercati o per rafforzare la propria presenza in mercati già noti. Il bonus è in crescita rispetto all’edizione 2017 del bando: ogni voucher avrà infatti il valore di 6mila euro per le fiere nei Paesi dell’Unione Europea, inclusa l’Italia, e 9mila euro per i Paesi extra-europei.

Le novità sono state illustrate nel pomeriggio alla Fiera del Levante (stand 150) dinanzi ad una numerosissima platea, nel corso di un evento organizzato dalla Sezione Internazionalizzazione della Regione Puglia.

“Il nostro obiettivo – ha sottolineato il vicepresidente assessore allo Sviluppo economico Antonio Nunziante – è favorire i processi di internazionalizzazione delle micro, piccole e medie impresi pugliesi. Le grandi ce la fanno da sole, per le imprese di dimensioni più piccole invece spesso partecipare alle fiere è una spesa insostenibile, quindi rinunciano. Questo incentivo allora ha una doppia valenza: di sostegno, ma anche di stimolo. Siamo convinti infatti che i mercati esteri siano un’opportunità grande e fondamentale anche per le imprese micro, piccole e grandi. Ce l’ha insegnato la crisi: chi ha innovato e internazionalizzato non solo ha resistito ma ha persino migliorato. Proprio grazie a queste politiche l’apertura internazionale della Puglia è nettamente cresciuta. Basti pensare che il valore delle esportazioni pugliesi verso il mondo è aumentato del 21,8% dal 2005 al 2017, totalizzando nei dodici mesi il fatturato export più alto degli ultimi 5 anni – 8,262 miliardi di euro – e il secondo più alto degli ultimi diciotto. Nel 2000 le esportazioni pugliesi si fermavano infatti a 5,957 miliardi di euro, nel 2017 sono il 39% in più.

Il nuovo incentivo sarà gestito dalla Regione Puglia (sezione Internazionalizzazione) con il supporto di Unioncamere Puglia.

‘’Unioncamere Puglia dedica una parte rilevante delle sue azioni a supportare le imprese nella partecipazione alle fiere, anche internazionali’’, ha detto Luigi Triggiani direttore generale dell’associazione delle Camere di commercio pugliesi. “E quindi non possiamo che riconoscere il valore e l’importanza dei voucher, che consentono di coprire parzialmente costi importanti per una piccola impresa, permettendolo così di essere presente con maggiore efficacia sui mercati internazionali. D’altronde la larghissima partecipazione di imprenditori e consulenti aziendali alla presentazione di questa misura mostra quanto sia ancora importante per le imprese – anche nell’era del digitale – lo “strumento Fiera” per la comunicazione e la promozione di molte produzioni”.

Anche Alessandro Ambrosi, presidente della società Nuova Fiera del Levante e della Camera di Commercio di Bari, ha voluto portare il suo saluto e sottolineare il ruolo e l’importanza delle Fiere internazionali anche per le piccole imprese.

L’incentivo Voucher Fiere 2018-2019 agevola le imprese micro, piccole e medie di vari settori, tra cui manifatturiero, fornitura di energia, di acqua e attività di trattamento dei rifiuti, costruzioni e servizi alle imprese.

Saranno agevolate le spese per la partecipazione a fiere internazionali in qualità di espositori, quindi affitto degli spazi espositivi, allestimento e manutenzione, costi di inserimento nel catalogo della fiera, servizi di hostess e di interpretariato, spese di spedizione dei materiali promozionali ed informativi da esporre durante la manifestazione, spese per proteggere i marchi sui mercati internazionali.

Il bando, a sportello, sarà attivo fino a dicembre del 2019. La domanda di ammissione dovrà essere presentata online attraverso il portale www.internazionalizzazione.regione.puglia.it.