Salvatore Quasimodo a Milano allo storico Jamaica di Brera

Cultura & Società

Con Alessandro Quasimodo e Pierfranco Bruni un evento a   cinquant’anni  dalla  morte .

Lunedì 17 Settembre 2018, presso lo storico JAMAICA BAR di Brera a Milano, si terrà un interessante evento letterario dedicato interamente a Salvatore Quasimodo con l’intento di omaggiare il grande poeta siciliano a cinquant’anni dalla morte.

All’evento prenderanno parte l’attore e regista teatrale Alessandro Quasimodo (figlio di Salvatore Quasimodo), lo scrittore, poeta e saggista Pierfranco Bruni (direttore MIBAC), la scrittrice e conduttrice Stefania Romito (rappresentante letteraria del NUOVO RINASCIMENTO), l’artista Davide Foschi (fondatore del NUOVO RINASCIMENTO) e Rosella Maspero, Presidente del NUOVO RINASCIMENTO.

Salvatore Quasimodo sarà ricordato mediante la lettura di alcune tra le più suggestive liriche che hanno fatto la storia della nostra letteratura. Alessandro Quasimodo donerà ai presenti momenti di intensa emozione non solo tramite la lettura delle più celebri poesie di Salvatore Quasimodo, ma anche mediante il racconto di particolari inediti della vita di suo padre e del suo rapporto con i più importanti scrittori a lui contemporanei, come Eugenio Montale e Giuseppe Ungaretti. Una testimonianza di grande interesse non soltanto letterario.

L’omaggio a Salvatore Quasimodo proseguirà con la presentazione della Cartella poetica dal titolo: “TRA LA MAGNA GRECIA E I NAVIGLI”, con versi di Pierfranco Bruni e progetto grafico a cura di Stefania Romito. Un tributo di grande originalità e di altissimo spessore culturale e poetico che tende a porre in risalto il periodo milanese del famoso scrittore siciliano, dalle sue frequentazioni letterarie al “Giamaica” Bar di Brera, alla casa di Corso Garibaldi, fino all’ultima tappa del suo straordinario viaggio esistenziale che si concluse al Monumentale.

Un viaggio poetico in cui grazia, eleganza e stile si fondono alle affascinanti ambientazioni metafisiche evocate dalla raffinata poesia di Pierfranco Bruni. Tra la Magna Grecia e la Milano degli anni Quaranta e Cinquanta si snoda il vissuto di Salvatore Quasimodo che ha fatto dell’arte della parola l’essenza della sua poetica.

Storia, mito, memorie si fondono a immagini di raffinata eleganza che celebrano il cammino esistenziale del poeta siciliano che da Modica, attraversando Tindari e il mare greco, approda a Milano sospinto dalle nebbie della nostalgia. Le nebbie costruiscono macerie di ricordi di un’infanzia in cui l’orologio del tempo segna gli ultimi rintocchi tra gli echi dei piccioni e le nebbie della notte, sulla linea dell’orizzonte infinito… Ed è subito sera.

L’evento è patrocinato dal MIBAC (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali), dal SINDACATO LIBERO SCRITTORI ITALIANI, dall’ASSOCIAZIONE VERSO UN NUOVO RINASCIMENTO, dal CENTRO STUDI E RICERCHE “FRANCESCO GRISI” e da OPHELIA’S FRIENDS CULTURAL PROJECTS.