PULSANO: In Consiglio si discute di approdo turistico senza trasparenza!

Politica & Diritti

Il 27 Agosto, in Consiglio Comunale, il sindaco Lupoli insieme ad un tecnico si fa delegare per partecipare ed esprimere parere alla Conferenza dei Servizi in merito all’ipotesi di un porto turistico a Pulsano.
Dopo l’insistente discussione che abbiamo portato avanti in Consiglio, l’assessore Laterza e il Sindaco, hanno specificato che esprimeranno parere contrario: tale è dunque l’opinione messa agli atti e dunque parte integrante della delibera. Dagli atti a disposizione inoltre erano già evidenti i pareri contrari di vari ed autorevoli enti tra tutti la Soprintendenza , ma anche associazioni che reputano il progetto in netto contrasto con i più elementari criteri di tutela paesaggistica e non compatibile con i valori espressi dal territorio. Pertanto dopo il chiarimento sulla posizione da tenere come Ente, abbiamo votato a favore della delibera (di contrarietà del parere).
Va evidenziato però che questo punto all’ordine del giorno è stato aggiunto ai punti già prefissati, soltanto venerdì 24 agosto in tarda mattinata (o meglio primissimo pomeriggio) senza passaggio dalle Commissioni pertinenti ed impedendoci ogni possibilità di approfondire gli atti, di confrontarci con i tecnici sulle perplessità,e soprattutto senza possibilità di dialogo con i cittadini. La mia parte politica non è pregiudizialmente contro ad un approdo turistico ma per noi, su questo come per qualsiasi altro progetto, resta prioritario il processo partecipativo con i nostri concittadini, nella salvaguardia della bellezza del nostro territorio ma soprattutto della tutela dell’ambiente, elementi fondamentali non solo per preservare il nostro territorio da speculazioni e deturpazioni ma anche per lo sviluppo turistico e culturale della nostra comunità.

L’ipotesi passata al vaglio del Consiglio ci è praticamente sconosciuta e per questo avevamo chiesto, inascoltati, il rinvio del punto di qualche giorno: è impensabile far giungere in Consiglio un progetto di tale portata per il paese,senza i tempi corretti,senza passaggio dalle Commissioni e senza possedere tutti gli elementi progettuali utili ad una valutazione adeguata. Il porto turistico a Pulsano è un tema di entità così impattante sul territorio da non poter essere nè inserito nè discusso last-minute.
Stigmatizzo questo comportamento arrogante da parte di una maggioranza chiusa,che fugge dai processi di partecipazione, comportamento testimoniato anche dall’aver impedito tutte le forme di videoregistrazione delle sedute del Consiglio.
In una precedente seduta, infatti, la maggioranza di Lupoli ha bocciato la mia richiesta di diretta streaming delle sedute del Consiglio ed il Presidente del Consiglio, in modo assai opinabile, ha impedito ogni forma di registrazione. L’Amministrazione che governa Pulsano mostra di non amare la trasparenza!

Tale atteggiamento è inoltre dimostrato da un ulteriore elemento: la mia mozione sulle proposte per il controllo della spesa è stata malamente bocciata dalla maggioranza di Lupoli. La spesa fuori controllo e i debiti fuori bilancio sono stati individuati dal Revisore dei Conti tra i fattori che per anni ed anni hanno gravato sulle casse comunali, generando il grave squilibrio finanziario che ha costretto la maggioranza ad approvare la delibera di pre-dissesto lo scorso 20 agosto.

Al fine di evitare ulteriori sprechi e la generazione di nuovi debiti per il paese,avevo presentato una mozione che, attraverso la centralizzazione dell’ufficio acquisti e la presenza della delibera di provenienza su ogni determina, fornisse un modo per tenere sotto controllo le spese dell’Ente, che ricordiamo essere praticamente in pre-dissesto. La proposta è stata bocciata: nulla cambierà per il Comune di Pulsano, continueranno a nascondere la polvere sotto il tappeto, continueranno gli sprechi, la spesa aumenterà senza possibilità di controllo e trasparenza.

Paola Attrotto Consigliere comunale di Sinistra Italiana