Gli spiriti del Salento 

Cultura & Società

Gli spiriti del salento Patrimoni industriali e paesaggi rurali tra memorie e progettazione sociale

San Cesario di Lecce – Vignacastrisi – Ortelle 1 – 8 settembre 2018

La settima edizione della Summer School di Arti Performative e Community Care ha come tema la trasformazione dei luoghi e della loro percezione da parte della comunità.

Si svolgerà da sabato 1 a sabato 8 settembre in una doppia localizzazione: San Cesario di Lecce, il paese che un tempo ebbe nella distillazione dell’alcool e nella produzione di liquori un’importante realtà produttiva e Ortelle-Vignacastrisi, una piccola realtà del Salento sud-orientale, in cui l’elemento rurale è ancora oggi significativo e che, essendo in prossimità della località di Castro, si può  inserire nell’economia del turismo. La Scuola è organizzata dalla spin off  EspérO dell’ Università del Salento, nell’ambito del progetto Alchimie, in collaborazione con il Centro interuniversitario Innovazione didattica (CIID), il centro Canali Creativi.

Ha come responsabile scientifico  Salvatore Colazzo, docente di Pedagogia sperimentale ed il coordinamento di Ada Manfreda, presidente di EspérO.

L ‘interesse pedagogico è preminente:  intenzione della Scuola è infatti quella di promuovere una riflessione in merito al rapporto che intercorre tra memoria individuale e collettiva e progettualità sociale. Tutti gli eventi puntano a coinvolgere le comunità locali di riferimento e nelle serate si susseguono dibattiti pubblici con approfondimenti su temi chiave per la tutela del territorio, la salute, l’ ambiente e il coinvolgimento attivo delle comunità di riferimento. Numerosi sono anche i momenti musicali aperti al pubblico. Il primo concerto serale in programma è per domenica alle 20.30 a Vignacastrisi con l’Ensemble “Tito Schipa”.

Prendendo in considerazione i beni culturali materiali e immateriali,  le finalità perseguite in quest’edizione,  sono  allineate alle più recenti prospettive internazionali e informate ai principi ispiratori dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018.

I luoghi hanno di per sé una considerevole capacità educativa, ma sono anche  oggetto di una intenzionale azione educativa. Si intendono così offrire alla comunità locale gli strumenti per un intervento di cittadinanza attiva e per accompagnare la stessa, con passo leggero, a farsi carico dei propri contesti di vita, secondo il modello ACL (Action community learning), ideato e sperimentato nel corso di questi anni dal gruppo di ricercatori EspérO.

Il progetto sottostante la Scuola è strettamente connesso con l’esigenza, per quanto riguarda il Comune di San Cesario, di favorire la presa di consapevolezza che le Distillerie “De Giorgi” ( oggi di proprietà comunale) possono essere oggetto di interventi in grado di sottrarre all’abbandono il patrimonio industriale del paese, conferendo nuovo senso agli spazi altrimenti destinati ad un inesorabile degrado; rispettando ciò che essi hanno rappresentato.

Lo stato attuale del dibattito rende possibile immaginare le Distillerie come contenitore di testimonianze della memoria materiale (artefatti) e immateriale (narrazioni) di San Cesario, nonché come spazio progettuale legato all’espressione della creatività quale promessa costantemente rigenerata di futuro.

Per quanto riguarda il Comune di Ortelle-Vignacastrisi, il proposito è quello di indurre una maggiore consapevolezza circa l’esistenza del Parco Otranto-Santa Maria di Leuca, del quale, attualmente, in molte delle comunità che ricadono nelle aree di sua pertinenza, non si coglie l’importanza proprio ai fini della definizione identitaria dei luoghi e della valorizzazione che ne può derivare.

Sarà cura della Scuola creare un nesso tra le due realtà, sia facendo comprendere come le distillerie (non solo la “De Giorgi”, ma anche le altre che la affiancarono) a San Cesario, quando furono attive, ebbero nelle realtà rurali dell’intero Salento un bacino di approvvigionamento delle materie prime di cui si avvalevano (vinacce, carrube, fichi), sia creando l’esplorazione di possibili collaborazioni sul piano della tutela  dei rispettivi patrimoni culturali.

La Summer School, da parte sua, in quanto comunità educativa di ricerca, vuole proporsi come un esempio tangibile del ponte che può essere gettato tra le due realtà territoriali, lontane geograficamente; ma che il teatro, la musica, l’arte possono rendere prossime, inducendo un movimento di consapevolezza che aiuta, San Cesario come Ortelle, ad elaborare il passato e a immaginare il futuro.

Per ulteriori info:

http://artiperformative.wordpress.com

Programma dettagliato:

Sabato, 1 settembre 2018, San Cesario di Lecce

9,30

Avvio della 7a edizione della Summer School di arti performative e community care: raduno dei partecipanti e saluto delle autorità.

Il raduno avverrà in Piazza Garibaldi. Vi sarà il saluto della comunità di San Cesario alla Scuola. Oltre gli amministratori di San Cesario saranno anche presenti rappresentanti dell’Amministrazione di Ortelle.

Mattina:

Laboratorio di Body Percussion: Il Laboratorio, condotto da Andrea Gargiulo, con l’ausilio di Giuliana Gnoni, si svolgerà all’aperto, in piazza, sarà rivolto ai “Summerini”, ma punterà a coinvolgere anche i curiosi e gli astanti. Si uniranno con intervento improvvisativo Matteo Pezzolla (trombone) ed Emanuele Raganato (sax).

Corteo: dalla Piazza alle Distillerie “De Giorgi” e accoglienza: Con i materiali sonori preparati durante il Laboratorio, si farà un corteo sonoro che porterà i “Summerini” e quanti si saranno aggregati fin nelle Distillerie “De Giorgi”, che è il luogo in cui si svolgeranno gran parte delle attività della Summer School 2018.

Il “Progetto Alchimie” incontra la Summer School. Saluta i partecipanti. Fabio Tolledi spiegherà il senso della presenza della Summer School nel Progetto Alchimie. Ada Manfreda e Salvatore Colazzo diranno degli obiettivi e delle finalità della Summer School 2018. Presentazione dei tutor e dei ricercatori, formatori e performer della Scuola.

Visita alle Distillerie guidati da Fabio Lezzi, dell’Associazione Variarti.

Pomeriggio:

Ore 16,00 – Raduno in piazza Garibaldi

Passeggiata narrativa: Si percorrono le vie del paese, soffermandosi su alcuni luoghi notevoli emersi dalla ricerca sul campo dei mesi precedenti. Durante il percorso, Angela Caputo Lezzi e Francesco Reggio, ci illustreranno il paese, facendo riferimento anche ad alcuni elementi storici e culturali. In ogni stazione, vi sarà un piccolo intervento dei musicisti al seguito della Summer e poi verranno letti brani dalle interviste realizzate durante la ricerca, curata da Ada Manfreda. Interverranno pure alcuni testimoni, che offriranno il loro racconto alla Scuola.

Ore 19,00 – Laboratorio di Digital Storytelling: rientro alle Distillerie e avvio della prima sessione del laboratorio che attraverserà tutte le tappe della Scuola. Il Laboratorio di Digital Storytelling assolve, nell’edizione 2018, un ruolo essenziale. Chiederemo ai partecipanti alla Scuola di documentare con i loro dispositivi mobile in forma di foto e piccoli video i momenti che riterranno soggettivamente rilevanti di tutte le esperienze e gli stimoli a cui verranno ‘esposti’ lungo la Scuola. Da lì verranno, sotto la guida del video maker Pierpaolo Battocchio, selezionati, rielaborati e composti i materiali che andranno a comporre la/le narrazione/i audiovisiva/e che innesteremo con gli altri elementi narrativi performativi live di tipo musicale e gestuale (costruiti nel laboratorio musicale e di body percussion) per la Restituzione pubblica finale. Ci serviremo anche di alcuni social: instagram, facebook, youtube. Elisabetta De Marco illustrerà le prospettive teoriche ed operative del costrutto di Digital Storytelling e le sue applicazioni in campo educativo.

Sera:

ore 21,30 – Momento di conversazione informale in piazza Garibaldi: dopo cena i “Summerini” usciranno in piazza Garibaldi e chiacchiereranno tra loro ed eventualmente con chi, la mattina, ha seguito le iniziali attività della Scuola.

Domenica, 2 settembre 2018, Vignacastrisi

Ore 10,00

Raduno partecipanti in Largo Montebianco a Vignacastrisi per poi raggiungere insieme il Centro Ambientale Canali (bene SAC Porta d’Oriente)

Mattina:

Ore 10,30 – Tavola rotonda “Peculiarità del territorio, valorizzazione del paesaggio e sviluppo autosostenibile”. La Summer School incontra associazioni di Vignacastrisi e Ortelle, giovani e amministratori sul tema. Nell’ambito di questa Tavola Rotonda Stefania De Santis presenterà il suo lavoro di ricerca per il dottorato e illustrerà i Laboratori sull’imprenditività e l’imprenditorialità giovanile che partiranno a breve sul territorio. Prenderanno parte all’incontro anche il prof. Antonio Palmisano (antropologo) e il prof. Stefano De Rubertis (geografo esperto di sviluppo locale) dell’Università del Salento, nonché la prof. Marinella Chezza (dirigente scolastico) del CPIA di Lecce.

Pomeriggio:

Ore 15,30 – Visioni d’arte: anteprima del progetto “Idrusa” sul paesaggio del Parco Otranto-Leuca a partire dallo sguardo dei paesaggisti Stasi, Casciaro e Ciardo, con videoproiezioni di dipinti e fotografie e le narrazioni del lavoro di ricerca: con Ada Manfreda, Carlo Elmiro Bevilacqua, Demetrio Ria

Ore 17,00 – Esplorazione del territorio e laboratorio litico: Si percorrerà il Canalone che dal Centro Canali porta fino al porticciolo di Castro. Lungo il percorso, sotto la guida dell’artista Simone Franco, si osserveranno e raccoglieranno materiali litici che serviranno successivamente per la realizzazione di una installazione collettiva. Si raggiungerà Castro città, dove una guida illustrerà i tratti notevoli del borgo. Antonella Lippo arricchirà con alcune note storico-artistiche la narrazione sia durante il percorso dal Centro Canali a Castro, che durante la visita al borgo.

Sera:

Rientro a Vignacastrisi

Ore 20,30 – Concerto dell’Ensemble “Tito Schipa”: partecipazione, insieme alla comunità e al pubblico presente al Concerto in Piazza Umberto I

Lunedì 3 settembre 2018, San Cesario di Lecce

Ore 9,00 – Raduno alle Distillerie De Giorgi

Mattina:

Ore 9,30 – Seminario “Le Distillerie De Giorgi e l’archeologia industriale nel Salento” dell’arch. Antonio Monte (CNR): ha svolto importanti studi sul patrimonio industriale del Salento, ivi comprese le Distillerie De Giorgi, dirà del suo lavoro, dei progetti museali a cui sta attendendo, delle prospettive epistemologiche e metodologiche dell’archeologia industriale.

Ore 12,00 – Laboratorio di Digital Storytelling: scrittura della drammaturgia collettiva implementando i primi contenuti-stimoli assorbiti dalle attività già realizzate

Pomeriggio:

Ore 16,00 – Laboratorio didattico su Ambienti digitali interattivi per realizzazioni in contesti scolastici dell’arch. Ugo Gelli: si svolgerà presso l’Istituto Comprensivo di San Cesario  e presentando alcuni esempi di prodotti multimediali realizzati in contesti scolastici, proporrà ai docenti la realizzazione di analoghe attività, avendo a riferimento la contestualizzazione nel territorio e mettendo in valore le sue ‘emergenze’ culturali materiali e immateriali

Ore 18,00 – Laboratorio di Digital Storytelling: videomaking e montaggio

Sera:

Ore 21,00 – Piazza Garibaldi: Pubblica riflessione a più voci su Paesaggio agrario salentino e sua evoluzione storica. Prospettive future, alla luce dello sconvolgimento paventato a causa della xylella.

Martedì 4 settembre 2018, San Cesario di Lecce

Ore 9,00 – Raduno alle Distillerie De Giorgi

Mattina:

Ore 9,30 – Seminario “Le Distillerie De Giorgi e l’archeologia industriale nel Salento” dell’arch. Antonio Monte (CNR): Seconda parte

Ore 12,00 – Laboratorio di Digital Storytelling: scrittura della drammaturgia collettiva implementando i primi contenuti-stimoli assorbiti dalle attività già realizzate

Pomeriggio:

Ore 16,00 – Laboratorio sonoro-musicale: Il Laboratorio prevede la presenza dei musicisti della Summer School: Luigi Mengoli, Martino e Matteo Pezzolla, Emanuele Raganato, Giuliana Gnoni. Assieme a loro verranno concordati gli interventi musicali da inserire nella performance finale.

Ore 18,30 – Debriefing: Si fa il punto su quanto realizzato fino a questo momento in termini di esperienze, approfondimenti, operatività.

Sera:

Ore 20,00 – Festa musicale informale alle Distillerie: La Summer School incontra la comunità di San Cesario. Momenti musicali con: Matteo e Martino Pezzolla, Luigi Mengoli, Emanuele Raganato e tutti gli artisti, musicisti e persone di San Cesario che si uniranno a noi.

Mercoledì,  5 settembre 2018, San Cesario di Lecce

Ore 9,00 – Raduno alle Distillerie De Giorgi

Mattina:

Ore 9,30 – Seminario “Il Paese a Vapore”: Agostino Aresu e Daniela Diurisi (Teatro Zemrude) porteranno all’attenzione della Scuola il radiodramma, trasmesso dalla rubrica “Tre Soldi” di RadioTre, da essi elaborato a proposito della presenza delle distillerie a San Cesario.

Ore 12,00 – Laboratorio di Digital Storytelling: scrittura dello storyboard della Performance intermediale di restituzione finale

Pomeriggio:

Ore 16,00 – Laboratorio sonoro-musicale e Laboratorio Digital Storytelling: Si lavora a cucire gli interventi musicali, con i video e le parti narrative per la Performance

Sera:

Ore 21,00 – Piazza Garibaldi: Forum pubblico su Territorio, ambiente e salute.

Giovedì,  6 settembre 2018, Ortelle

Ore 9,00 – Raduno partecipanti in Piazza San Giorgio ad Ortelle

Mattina:

Ore 9,30 – Laboratorio “Alla ricerca dell’equilibrio perduto”: Con Simone Franco si allestiranno le sculture litiche con i materiali raccolti durante l’esplorazione della Zona Canali del 2 settembre

Ore 12,00 – Seminario “Landscape literacy”: confronto collettivo e pubblico sui principi epistemologici, metodologici ed operativi per una Pedagogia (partecipata) del Paesaggio.

Pomeriggio:

Ore 16,00: Laboratorio per l’allestimento delle attività della giornata conclusiva della Scuola in piazza

Ore 19,00 – Forum Pubblico “Il diritto al paesaggio”: su stimoli del prof. Michele Carducci (costituzionalista) dell’Università del Salento. Con la partecipazione del prof. Giuseppe Piccioli Resta (geografo), di tutti i “Summerini”, dell’Amministrazione Comunale, delle Associazioni locali, del Parco Otranto-Santa Maria di Leuca e i cittadini desiderosi di contribuire al dibattito.

Sera:

Ore 21,00 – Concerto musicale con allestimento artistico presso la Cripta ‘Madonna della Cripta’ in Largo San Vito: Concerto “Amore Sacro, Amor Profano”, con Luigi Mengoli e Rocco De Santis. Un allestimento artistico di Antonio Chiarello completerà la performance.

Venerdì,  7 settembre 2018,   San Cesario di Lecce

9,30 – Raduno dei ‘Summerini’ in Piazza Garibaldi

Mattina:

Prove generali, prima sessione: Prove aperte funzionali alla realizzazione della performance finale serale con gli allievi e tutti i performer, ricercatori e formatori della Scuola

Pomeriggio:

ore 17,30 – Prove generali, seconda sessione

Sera:

ore 20,30 – Piazza Garibaldi: Performance finale pubblica di Restituzione, con tutti i summerini e i formatori, i ricercatori e i performer della Scuola e l’intervento del batterista Davide Chiarelli. Parata finale e congedo dalla comunità di San Cesario.

Sabato,  8 settembre 2018, Ortelle

Ore 9,30 – Raduno partecipanti in Piazza San Giorgio ad Ortelle

Mattina:

Ore 10,00 – Seminario “Paesaggi sonori”: Con Leandro Pisano, responsabile del progetto Liminaria, Salvatore Colazzo, Luigi Mengoli, Emanuele Raganato, Luca Bandirali. Progetti e casi di studio.

Pomeriggio:

ore 16,00 – Laboratorio di preparazione della Festa finale serale incontrando produttori e coltivatori del paese

ore 18,30 – Presentazione pubblica dei risultati della Summer School 2018: Riflessione tra i partecipanti e con le associazioni del luogo, anche allo scopo di comprendere come continuare il lavoro cumulato finora dalla Summer School con i suoi interventi sul territorio

Sera:

ore 20,30 – Concerto dell’Ensemble “Comunità Creativa” del M° Martino Pezzolla

ore 22,00 – Festa comunitaria e congedo dalla comunità di Ortelle: La Summer School offre alla comunità di Ortelle un momento conviviale di condivisione con degustazione di cibi e vino locali