La focaccia di Bitonto ‘sposa’ la cipolla di Acquaviva sotto il segno di Italia in Comune

Politica & Diritti

Lo ‘sposalizio’ avrà luogo in occasione del primo ‘Galà della focaccia’ di domani sera

Un circuito ideato per unire due terre e la firma di ‘Italia in Comune’ a suggellare l’avvio del percorso virtuoso. Michele Abbaticchio, e Davide Carlucci, entrambi aderenti ‘della prima ora’ al partito definito ‘dei sindaci’ proprio per l’alto numero di amministratori locali d’Italia che ne hanno già sottoscritto la Carta dei Valori, si sono incontrati nella mattinata di oggi per sancire l’unione, non solo ideale, di due prodotti tipici delle rispettive terre amministrate: la focaccia di Bitonto e la cipolla rossa di Acquaviva.

‘Scenario’ di questo sposalizio gastronomico sarà il ‘Galà della focaccia’, manifestazione ideata e promossa dal Parco delle Arti, in programma per la serata di domani.

“Io credo fortemente nella riscoperta delle tradizioni locali attraverso la valorizzazione dei prodotti tipici – ha commentato Michele Abbaticchio- I prodotti di una terra parlano di essa: consentono, attraverso le suggestioni del gusto, di far riscoprire luoghi, storie e leggende da cui sono nate le specialità della cucina locale. Non è diverso per Bitonto, città nella quale i nostriprodotti e le nostre tipicità sono capaci di raccontare la nostra storia produttiva. Una storia intrisa di sudore e di passione, di fatica e di cose fatte per bene e di tante tipicità che sono le nostre più autentiche radici culturali. Una storia, se guardiamo bene, anche di accoglienza e di inclusione sociale. Facendo ‘sposare’ la nostra focaccia, alimento che racconta l’antica arte dei mastri fornai sin dall’epoca medioevale, e la cipolla acquavivese, coltivata già nel corso dell’‘800, oggi non facciamo altro che ridare vita a quelle storie millenarie di contaminazioni e sperimentazioni. D’altronde- ha continuato- abbiamo sempre detto che Italia in Comune è il partito dello ‘scambio’ di ciò che di buono proviene dai territori. Con Sindaco Carlucci, condividiamo l’adesione a questo progetto politico sin dai suoi albori e, naturalmente, sottoscriviamo convintamente questa ‘visione strategica’ di messa a sistema delle esperienze positive delle rispettive realtà amministrate. In questo caso, siamo partiti dall’offerta gastronomica e culturale delle due terre”.

“Ringrazio Michele Abbaticchio per l’invito in questa città che è sempre più vivace- le parole di Carlucci- Con i produttori del Consorzio creato proprio per la tutela, promozione e valorizzazione della nostra cipolla rossa siamo ben lieti di unire la nostra specialità con la focaccia bitontina. Un’unione che andrà a tutto vantaggio dei partecipanti alla manifestazione che potranno gustare questa variante.  D’altronde, nei nostri rispettivi Comuni, sia il sottoscritto che sindaco Abbaticchio da sempre conduciamo le nostre ‘battaglie’ per la salvaguardia del folklore e delle tradizioni antiche. Il ‘Galà della focaccia’ di Bitonto è l’occasione ideale per creare le basi di questo legame tra i due territori”.

L’appuntamento è per domani, nel centro storico di Bitonto con degustazioni nei forni aperti fino a tardi e “con gli altri abbinamenti gastronomici pensati per l’occasione”, ha concluso Abbaticchio.