Tap: scoppia la lite tra Emiliano e il ministro Lezzi. Video

Ambiente & Turismo

Doveva essere un incontro di lavoro, una riunione riservata tra il ministro Lezzi, il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il sindaco di Brindisi Riccardo Rossi e l’assessore ai trasporti Giovanni Giannini per parlare del progetto del nodo ferroviario di Brindisi ma si è trasformato in un acceso botta e risposta tra il ministro per il Sud e il presidente della regione Puglia in seguito alla richiesta di un commento da parte dei giornalisti sulla questione Tap. Il ministro Lezzi ha parlato di “una bella sceneggiata da parte del presidente Emiliano”, riferendosi all’appello fatto su FB dal governatore pugliese al pentastellato Alessandro Di Battista riguardo al futuro di Tap. Emiliano ha replicato dandole della «maleducata», dicendole di aver «portato offesa alla Regione Puglia» e chiedendole di scusarsi. “Una sceneggiata intollerabile” ha detto il Governatore. “Non posso replicare in sede politica ad un ministro che dovrebbe venire qui solo per lavorare e che trasforma un invito in una campagna elettorale permanente. Presenterò al Presidente del Consiglio le mie lamentele per questo evento che considero fuori da ogni considerazione. Le istituzioni non si possono gestire in modo concitato perché la concitazione è tipica degli incompetenti e degli inesperti. Il ministro non si rende conto di cosa ha combinato oggi. Si è messa in contraddizione contemporaneamente con la Regione Puglia e con il Presidente della Repubblica che è andato a confermare il nostro intendimento sulla realizzazione del Tap in visita ufficiale in Azerbaijan. Un ministro che smentisce il Presidente della Repubblica, che in visita ufficiale conferma la realizzazione dell’opera, si deve dimettere”.