Indecente sceneggiata al Comune di Bari con nostalgici del regime fascista

Cultura & Società

È stata davvero una sceneggiata inqualificabile quella che ha visto protagonisti, nei giorni scorsi, l’assessore allo Sport del Comune di Bari, Pietro Petruzzelli, e Danilo Quarto, imprenditore nel campo della sicurezza privata e dichiaratamente nostalgico del regine fascista, oltre che autore di molte scritte omofobe sul proprio profilo FB, accolto con tutti gli onori, addirittura nell’ufficio del primo cittadino Antonio Decaro.

La vicenda è nota da alcuni giorni: nel corso della presentazione di un evento sportivo che si svolge in questi giorni a Bari, l’assessore comunale Petruzzelli ha aperto le porte del Comune di Bari a questo soggetto che porta tatuate sulla sua pelle le effigie del regime fascista. Troviamo questo episodio di una gravità assoluta. In questo modo si legittimano, addirittura nelle sedi istituzionali, le recrudescenze di un regime totalitario che ha segnato le pagine più buie della nostra storia. Aggiungiamo che le dichiarazioni successive a questo episodio da parte dell’assessore Petruzzelli sono state, se possibile, ancora più gravi, con il tentativo di minimizzare o liquidare l’episodio.

Petruzzelli deve ricordarsi che è assessore di una città che ha una fortissima matrice antifascista e deve avere maggiore rispetto per i cittadini e per le istituzioni che rappresenta.

Da questo punto di vista ci saremmo tuttavia aspettati una presa di distanze più esplicita da parte del sindaco di Bari che, alla commemorazione del 75esimo anniversario della strage di via Niccolò Dall’Arca, si è invece limitato a dire che “non sarà certamente il tatuaggio, pare cancellato, di una persona che si è affacciata al Comune questi giorni a cancellare l’impegno della mia amministrazione sull’antifascismo”.

Ribadiamo, come Sinistra Italiana, che questo è un episodio che non può rimanere privo di conseguenze sul piano politico. Bari e la Puglia sono antifasciste e non ci può essere posto qui per certe biografie!

Mino Borraccino

Sinistra Italiana/ Liberi E Uguali