Giuramento Solenne nella “Giornata della Marina”

Ambiente & Turismo

 

    <<Giuro di essere fedele alla Repubblica Italiana, di osservarne la Costituzione e le leggi e di adempiere con disciplina ed onore tutti i doveri del mio Stato per la difesa della Patria e la salvaguardia delle libere istituzioni. Lo giurate Voi?- ”Lo giuro”>>.

Nella formula di giuramento ricorrono tre valori fondamentali: fedeltà, disciplina ed onore che rappresentano i principi fondamentali dello status di un militare. Patria, onore, disciplina e fedeltà sono valori non negoziabili da difendere con coraggio e determinazione.

     Dopo diciassette anni, sulla Rotonda del Lungomare Vittorio Emanuele III di Taranto, intitolata ai Marinai d’Italia, si è celebrata la cerimonia di giuramento solenne. In occasione della ricorrenza della “Giornata della Marina” i 34 allievi del 20° corso normale marescialli denominato “Kratos” e i volontari a ferma prefissata (VFP1) appartenenti al 2°incorporamento 2018 denominato “Audaces” hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana. Testimone di questo momento fondamentale della loro vita professionale ed umano la Bandiera della Scuola Sottufficiali Marina Militare Taranto (Mariscuola). Simbolo della Patria e dell’onore militare e sintesi autentica di tutti i valori a cui tutti i militari italiani si ispirano nella loro opera a servizio della collettività dentro e fuori i confini nazionali.  La scelta di celebrare il giuramento in questa piazza del centro cittadino, è stata voluta dalla Marina Militare, per suggellare legame tra la Forza Armata e la città di Taranto. Dalla fine dell’800 la città jonica ospita la Forza Armata, quando fu scelta dal Governo italiano di quel periodo come principale Base Navale della Flotta della Regia Marina. Nel 1887 con la legge sugli arsenali promulgata solo 5 anni prima ed ottenuta con il sostegno del senatore Cataldo Nitti, fu inaugurato il Canale Navigabile con il Ponte Girevole e l’Arsenale Militare Marittimo.

Oltre al giuramento solenne dei Marinai e Marinaie che aspirano a diventare professionisti del mare ed entrare a far parte della grande famiglia della Marina Militare, si celebra nel capoluogo jonico la “Giornata della Marina”. Ricorre il 10 giugno di ogni anno nel ricordo dell’impresa di Premuda del Capitano di Corvetta Luigi Rizzo, compiuta nel 1918, durante la 1°Guerra Mondiale, di cui quest’anno ricorre il centenario.

Per l’occasione, a fare da cornice alla cerimonia del Giuramento Solenne, alcune Unità della Squadra Navale come Nave Cavour, la Fregata Missilistica “Federico Martinengo”, Nave Borsini e il sommergibile Romei, sono state schierate alla fonda in Mar Grande-.

I trentaquattro allievi della 1°classe del 20° corso Normale Marescialli, sono iscritti ai corsi di Laurea in “Scienze e gestione delle attività marittime”, in “Informatica e Comunicazione digitale” ed in “Infermieristica”. A partire dall’A.A. 2005/2006, LA Marina Militare ha introdotto dei percorsi formativi finalizzati al conseguimento della laurea triennale, dapprima con l’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo ed oggi con l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”. Dopo i tre anni di permanenza in Istituto, e dopo la laurea, acquisiscono le competenze professionali, le nozioni di etica militare e di arte marinaresca necessarie per adempiere gli incarichi che saranno assegnati a bordo delle Unità Navali durante il periodo estivo e presso i Comandi o Enti a terra della Marina e delle Capitanerie di Porto.

I volontari in ferma prefissata di un anno appartenenti al 2° incorporamento 2018, di cui 142 donne e 372 uomini, giurano dopo quattro settimane di formazione e intenso addestramento. Dei 255 volontari appartenenti alla categoria “Nocchieri di Porto”, 187 dopo il Giuramento, raggiungeranno la prima destinazione di servizio, 36 invece frequenteranno il corso di specializzazione in Servizio Difesa ed Installazioni e 32 frequenteranno il corso di specializzazione in Maestro di Cucina e Mensa presso questo Istituto di formazione.

I 259 volontari appartenenti alla categoria “Marinai” permarranno presso la Scuola per frequentare presso la Scuola Sottufficiali, il modulo di Force Protection, alle dipendenze funzionali del Battaglione Scuola “Caorle” della Brigata Marina San Marco.

La cerimonia è stata presenziata dal Capo di Stato Maggiore, l’Ammiraglio di Squadra, Valter Girardelli alla presenza dell’Ammiraglio di Divisione, Comandante Marittimo Sud, Salvatore Vitiello, il Comandante in Capo della Squadra Navale ovvero l’Ammiraglio Donato Marzano, il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il Magnifico Rettore dell’Università do Bari, Professor Antonio Felice Auricchio e del Sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci.

Ad assumere il Comando dello Schieramento è il Capitano di Fregata Antonio Donato. Il Battaglione degli allievi volontari della Scuola Sottufficiali della Marina Militare era articolato su sette compagnie di “giurandi”. Hanno preceduto l’ingresso della Bandiera della Scuola Sottufficiali della Marina Militare di Taranto, le Rappresentanze degli Istituiti di Formazione Militare (Scuola Sottufficiali dell’Esercito, Scuola Marescialli e Brigadieri Carabinieri, Scuola Sottufficiali dell’Aeronautica e Scuola Ispettori e Sovraintendenti della Guardia di Finanza). Non sono mancati i gonfaloni delle associazioni combattentistiche e d’Arma, l’associazione Nazionale Bersaglieri, del Comune di Taranto e il Medagliere della Marina Militare e la Fanfara di Presidio della M.M-

I familiari dei volontari e la cittadinanza hanno seguito con emozione la cerimonia, culminata nel momento in cui è stato pronunciato il rituale “Lo giuro”. Sullo schieramento c’è stato in sincronia il passaggio di due NH 90 con la Bandiera della Marina Militare e del Comune di Taranto.

<<Moltiplicare e adattare le vostre competenze alle più svariate congiunture, questo vi attende. Adattare il vostro comportamento, il vostro senso di appartenenza e lo spirito di servizio alle più svariate necessità relative allo svolgimento della vostra professione […].>>. Al Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio V.Girardeli, presso Il Castello Aragonese di Taranto sono stati donati un Crest di Mariscuola Taranto ed un Crest da parte degli Allievi Ufficiali in Ferma Prefissata.