L’Isis minaccia la Russia e il mondiale di calcio

Ambiente & Turismo

Nuove minacce al Mondiale di Russia2018. Dopo quelle rivolte ad alcune stelle del Mondiale (come Messi e Neymar), l’ISIS (organizzazione terroristica jihadista), negli ultimi giorni, ha diffuso un video (inviato al quotidiano britannico “Daily Star”) di ben 4 minuti di minacce alla Russia e agli organizzatori del mondiale.

Il filmato, analizzato dal Middle East Media Research Institute (MEMRI), contiene immagini di repertorio diffuse dalla branca caucasica dell’organizzazione islamista, con l’aggiunta di una scena finale dove un drone con le insegne dello Stato islamico sorvola il villaggio olimpico di Sochi (sede di alcune delle gare del Mondiale) e gli edifici vicini in fiamme.

“Nessuno sa che noi mujaheddin siamo in città, pronti a colpire”, le parole di uno dei jihadisti. “Non lo sanno i nostri amici, le nostre, famiglie, i nostri colleghi, neppure i nostri fratelli. Vi stiamo aspettando, studiamo le vostre mosse e, Dio volendo, vi daremo la caccia. Attenti alle vostre auto, alle vostre case”.

“Abbiamo affilato i coltelli, stiamo arrivando. Le avanguardie del nostro esercito vi colpiranno, non soltanto da Iraq e Siria, ma anche il nostro esercito in Russia”, la minaccia terroristica firmata ISIS.