Gran concerto d’estate a Taranto

Ambiente & Turismo

TARANTO – Giovedi 21 giugno alle ore 20,30 nello splendido scenario. Del circolo ufficiali della marina militare “tarenti cantores” ed “operum orchestra” In “gran concerto d’estate”

E’ tutto pronto per “La Festa della Musica”,  quest’anno dedicata all’”Inno alla Gioia”, iniziativa, coordinata per l’Italia dall’Associazione italiana per la promozione della Festa della Musica (AIPFM) e per l’Europa dall’ADCEP – Association pour le Développement de la Création, études et Projets, che coinvolgerà oltre 500 città italiane, luoghi di interesse culturale e non, e quasi ottomila artisti..

Eventi programmati in tutte le piazze, musei, aeroporti e ferrovie, parchi, strade, metropolitane, luoghi di culto e perfino nelle carceri e nei supermercati.
L’iniziativa è promossa dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT), assieme alla SIAE ed all’AIPFM.
La Festa della Musica nasce in Francia il 21 giugno del 1982, con l’iniziativa ideata dal Ministero della Cultura francese, ma ben presto diventa un autentico fenomeno sociale.
Dal 1985, Anno Europeo della Musica, questa ricorrenza si svolge in Europa e nel mondo, e dal 1995, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Budapest, Napoli, Parigi, Praga, Roma, Senigallia sono le città fondatrici dell’Associazione Europea Festa della musica.
Dal 2002, grazie al lavoro fatto dalla AIPFM, l’evento ha coinvolto tutto il territorio nazionale e centinaia di città con concerti in gran parte gratuiti da parte di dilettanti o professionisti.

Ed anche quest’anno, per la quarta volta consecutiva, l’Associazione Musicale “Tarenti Cantores”, con il suo Coro Polifonico, parteciperà all’importante kermesse musicale della Festa della Musica avvalendosi della collaborazione dell’orchestra “Operum d’Archi” di Ginosa diretta dal maestro Mariano Panico.

Il “Gran Concerto d’Estate” si terrà nello splendido scenario del Circolo ufficiali della Marina Militare di Taranto, dove il Coro e l’Orchestra d’Archi eseguiranno un repertorio, appartenente alla tradizione operistica italiana e alle colonne sonore di importanti pellicole cinematografiche, arrangiato per loro dal maestro Graziano Riccardi.

Voce solista del concerto sarebbe dovuta essere il soprano Lorena Zaccaria, ma una fastidiosa faringite l’ha, purtroppo, bloccata. Ma la bravissima maestra non farà, comunque, mancare il suo prezioso contributo essendo direttore artistico sia del “Tarenti Cantores”  che dell’Operum Orchestra.

L’intera manifestazione sarà presentata dal validissimo giornalista di Studio 100, Angelo Caputo che con il suo innato ed insuperabile garbo aiuterà il pubblico a seguire al meglio l’ascolto dei brani.

L’ingresso al Circolo sarà con invito gratuito con donazione volontaria. Il ricavato sarà devoluto in favore dell’Avis, patrocinatore della manifestazione.

L’Operum Orchestra d’Archi, è stata fondata nel 2016 a Ginosa, su iniziativa del giovane direttore di musica, il maestro Mariano Panico e dalla altrettanto giovanissima soprano Lorena Zaccaria che ne è il direttore artistico.

L’orchestra si compone di sei violini primi, altrettanti secondi, tre viole, altrettanti violoncelli e due contrabbassi e si dedica principalmente ad eseguire un programma lirico con brani d’opera arrangiati per orchestra d’archi

In questi due anni di attività l’Operum Orchestra si è esibita su palcoscenici regionali e di Taranto e Provincia riscuotendo ovunque ampi consensi di critica e di pubblico.

Mariano Panico, 21 anni, all’eta di 17 anni  intraprende gli studi di Direzione d’orchestra sotto la guida di uno dei più grandi direttori d’orchestra il M° Mariano Patti.  Frequenta il VI ed ultimo anno di clarinetto e il III ed ultimo anno del I livello di composizione
presso il Conservatorio E.R. Duni di Matera.

Già presidente dell’Associazione Amici della Musica Ginosa (Gennaio 2015 – Gennaio 2018).

Dal 2 al 4 agosto 2016 in occasione del Taormina opera stars svoltasi in uno dei teatri più prestigiosi e parliamo del Teatro Greco di Taormina, gli viene affidato il ruolo di assistente del grande M° Mariano Patti in  una recita di Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni .
Ha diretto diversi Concerti lirici e sinfonici e ha debuttato Elisir d’amore di G. Donizetti nel teatro U. Giordano di Foggia e Garibaldi di Lucera, Barbiere di Siviglia di G. Rossini nel teatro Greco Giardini La mortella di Ischia e nei teatri U. Giordano di Foggia e Garibaldi di Lucera e Suor angelica di G. Puccini.
Dal 26 al 30 aprile 2017 concorre al WANDA LANDOWSKA, 5° Concorso Internazionale di Clavicembalo  Esecuzione e Composizione, presentando una composizione per Clavicembalo solo denominata “Paesaggi Apparenti” al quale si guadagna il primo premio assoluto con borsa di studio.
Prossimo a progetti importanti che lo vedranno protagonista come Direttore d’Orchestra.  Dall’1 al 15 settembre 2017 partecipa come allievo uditore alla Riccardo Muti Opera Academy sull’Aida di Giuseppe Verdi, presso il teatro Alighieri di Ravenna, tenuta dal grande M° Riccardo Muti.

Lorena Zaccaria, soprano, nata a Taranto il 12 Agosto 1988 Laureata del premio “Giovani promettenti” 2015 durante il V ° Concorso Internazionale dell’Opera Anita Cerquetti, la giovane soprano Lorena Zaccaria possiede una lirica meravigliosa voce italiana che è perfetta per i ruoli di Pimi Mimi, Magda, Manon Lescault, Butterfly e altri come Nedda e Traviata delle famose eroine italiane. Recenti impegni nel 2017 hanno incluso il ruolo di “Musica” al Teatro Goldoni di Livorno, il ruolo principale di Manon Lescaut di G. Puccini con il Maestro Alberto Veronesi e la regia di Lev Pugliese, replicandolo al Teatro Verdi di Pisa e al Teatro Sociale a Rovigo. Nell’agosto 2017 ha cantato il ruolo di “Magda” nella Rondine di G. Puccini a Lucca in occasione delle Cartoline Pucciniane, ea settembre ha debuttato “Gilda” nel Rigoletto di G. Verdi a Firenze nella splendida cornice di Villa Bardini, con l’orchestra del Maggio musicale diretta dal M ° Alain Freiles e diretta da Giancarlo Ceccarini e Tommaso Geri. A luglio 2016 ha ricevuto il premio “Germogli d’arte”, come talento emergente per l’opera durante il “Festival delle Arti” a Copertino (LE) organizzato dal tenore Salvatore Cordella. Nell’ottobre 2016 ha frequentato l’Accademia “Verismo Opera Studio” per perfezionare la Verista e in particolare il repertorio di Mascagni. Oltre a raggiungere la maturità classica, Lorena Zaccaria si è diplomata in canto lirico con lode presso l’Istituto di Alta Cultura Musicale G. Paisiello di Taranto, e ha frequentato per due anni, sempre nello stesso Istituto, la formazione di canto lirico nella classe di Prof. Loredana Cinieri. Nel dicembre 2015 Lorena Zaccaria ha debuttato nel ruolo di “Musetta” ne La Bohème di G. Puccini a Martina Franca (TA) per la rassegna “Parnassus of the Muse”. Nel gennaio 2016 ha debuttato il ruolo di “Mimì” in La Boheme di G.Puccini. Nel marzo 2016 è stata soprano solista nel “Magnificat” di J. Rutter durante il “Mysterium Festival” di Taranto con l’orchestra ICO della Magna Grecia diretta dal Maestro Luciano Acocella. Nel maggio 2016 ha frequentato l’Accademia di perfezionamento per il repertorio pucciniano di Torre del Lago, che è stata inserita nel 62 ° Festival Puccini nel ruolo di “Kate Pinkerton” in Madame Butterfly di G. Puccini diretta dal Maestro Eddi De Nadai con la regia di Vivien Hewitt. Lorena Zaccaria è vincitrice del concorso “Città di Matera Rosa Ponselle Award” e del concorso N.VAN WESTERHOUT a Mola di Bari. Ha partecipato a diverse produzioni liriche sotto la direzione musicale di: Filippo Maria Bressan, Domenico Longo Gianluigi Gelmetti, Marcello Panni, Ettore Papadia, Mariano Patti, Paolo Lepore, Eddi de Nadai, Alberto Veronesi. Nell’aprile 2018 entra nell’accademia del” Belcanto Rodolfo Celletti” di Martina Franca la quale partecipera quest’anno al Festival della Valle d’Itria di Martina Franca affiancata da grandi nomi del panorama lirico internazionale. Lorena Zaccaria si è perfezionata con il Maestro Massimiliano Chiarolla, partecipa a numerosi corsi di perfezionamento sullo studio della tecnica vocale: Raoul Gimenez, Fiorenza Cedolins,Vittorio Terranova, Stefania Bonfadelli, Sherman Lowe,Ines Salazar, Cristina Park, Roberto Scandiuzzi. Recentemente si è perfezionata con il tenore Salvatore Cordella e con il Maestro Sergio La Stella.

ll Coro polifonico Tarenti Cantores, già nato nel 1971 come I Cantori della Concattedrale di Taranto, successivamente denominato Coro Polifonico Tarentum in seguito aggregato all’Associazione onlus Amici della Musica “Arcangelo Speranza” di Taranto, ha molteplici esperienze alle spalle di concerti, concorsi e registrazioni vocali. Persegue l’obiettivo primario di diffusione e valorizzazione della musica corale, dalla barocca alla contemporanea, quale bene culturale di inestimabile e insostituibile valore artistico, sociale e formativo della persona umana, favorendo una continua crescita culturale dei suoi componenti e del territorio cui si rivolge, perseguendo, inoltre, finalità benefiche. Tra i lavori realizzati, particolare rilievo assumono: il concerto monografico dedicato a Bach in occasione del 250° anniversario della scomparsa, il “Requiem” di Fauré e la “Petite Messe Solemnelle” di Rossini, la “Via Crucis” di F.Liszt eseguiti in prima assoluta in Taranto, la “Sinfonia dei Salmi” di Stravinskij. Ha partecipato alla prima Edizione della Rassegna corale “Petra Matrix” di Matera, ha vinto il primo premio al Concorso Internazionale “Valeria Martina” tenutosi a Massafra, ha eseguito in prima assoluta in Italia il “Magnificat” di John Rutter. Nel maggio 2011 ha conseguito il primo prenio per la categoria “cori” al Festival Artistico Internazionale “I colori dell’Arte”, indetto dall’Associazione “Arte e Musica” di Bari. L’ultima partecipazione, nell’estate 2012, ha visto i Tarenti Cantores presenti alla manifestazione in terra veneta al “Festival Corale Verona Garda Estate” edizione 2012 riscuotendo consensi di critica e di pubblico per il repertorio eseguito e la qualità delle esecuzioni.

Ma oltre queste esibizioni il coro dei Tarenti Cantores, affiliato all’Associazione Regionale Cori Pugliesi (ARCOPU), ha partecipato alle varie iniziative da essa promossa portando in giro su tutto il territorio regionale ed anche nazionale, lavori come i “Carmina Burana” di Carl Off, con l’orchestra Tito Schipa di Lecce e sotto la direzione del m° Giovanni Pellegrino, il Requiem di Verdi, lo Stabat Mater di Rossini, il Requiem di Donizetti e, quest’anno, la Petite Messe Solennelle di Rossini con la direzione artistica del prestigioso direttore d’orchestra Gianluigi Gelmetti.

Gianni Lombardo