Ctp Taranto: Fisicaro nominato amministratore

Politica & Diritti

Il Dott. Emanuele Fisicaro è il nuovo amministratore unico del Consorzio Trasporti Pubblici (CTP): “una scelta che porta alla svolta per il territorio ionico” nonostante i dubbi e le preoccupazioni dei sindacalisti.

Di Pietro Dragone

Il Dott. Emanuele Fisicaro, colonnello della Guardia di finanza in congedo, avvocato e docente universitario, è il nuovo amministratore unico del Ctp.

Gaetano Raguseo e Carmelo Sasso, rispettivamente segretari generali di Filt e Uiltrasporti, hanno augurato al presidente Fisicaro un buon lavoro auspicando che “su di lui arrivi oggi tutta la preoccupazione che in queste settimane abbiamo manifestato rispetto al futuro di quei lavoratori che nonostante l’assenza dello stipendio hanno assicurato il regolare svolgimento del servizio pubblico, ma anche rispetto alla necessità di avviare al più presto un piano di bacino adeguato all’esigenza dell’utenza ionica, e il ristabilire un clima di corrette relazioni sindacali”.

La nomina di Fisicaro rassicura, quindi, solo parzialmente i rappresentanti di Filt Cgil e Uiltrasporti. Anche se “nel contempo – dichiarano i sindacalisti – non possiamo che apprezzare il clima di correttezza e onestà intellettuale di alcuni dirigenti che ieri hanno richiamato alla legalità tutto l’operato dell’ente per tale ragione speriamo che Fisicaro oggi stesso possa firmare il dispositivo che regola l’erogazione degli stipendi, prima che l’opposizione manifestata da alcuni sindaci si possa trasformare nell’ennesimo ricorso bloccando così nuovamente tutto. Ringraziamo il Prefetto di Taranto per l’importante opera di mediazione svolta e per la grande sensibilità dimostrata tuttavia continuiamo ad essere preoccupati per la tenuta stessa organizzativa di una operazione contestata nel metodo da più parti”.

Esulta invece il vicepresidente della Provincia di Taranto, il Dott. Raffaele Gentile, che sul suo profilo Facebook commenta così l’importante provvedimento: “dopo tre ore di estenuanti polemiche procedurali nell’assemblea del Ctp, ho indicato ed ottenuto la nomina del nuovo Amministratore Unico, Dott. Emanuele Fisicaro. Già Ufficiale Superiore della Guardia di Finanza, ha ricoperto incarichi di vertice in diverse Amministrazioni Pubbliche. Docente di discipline bancarie, consulente della Commissione d’inchiesta parlamentare sul fenomeno delle mafie, Coordinatore presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze del tavolo tecnico che ha elaborato le norme sull’antiriciclaggio bancario, autore di numerosi testi e formatore specialistico sulle norme anticorruzione in vigore nel nostro Paese. Personalità di alto profilo, dotato di alto senso dello Stato e delle Istituzioni. Sono sicuro che farà bene. Lunedì sblocco degli stipendi per tutti i lavoratori”.

Fisicaro, non è un volto sconosciuto alla politica e al territorio. Già nel 2009 si candidò alla presidenza della Provincia di Taranto portando avanti la coalizione di centrosinistra alternativa a quella di Florido. Divenne poi, vicepresidente della stessa Provincia con l’IDV di Di Pietro.

In un comunicato della Fit Cisl, il segretario generale Vito Squicciarini dopo aver ringraziato il Prefetto Cafagna “per il suo impegno e l’interessamento manifestato sull’intera vicenda che rischiava di assumere connotati grotteschi”, ha asserito che “finalmente con la nomina, dopo diversi giorni, del nuovo Amministratore unico del Consorzio Trasporti Pubblici (CTP) di Taranto, il Dott. Emanuele Fisicaro, si è posto fine ad un periodo travagliato, caratterizzato da diatribe e rimbalzi di responsabilità in cui, nonostante tutto, i lavoratori benché lasciati senza stipendio, si sono caratterizzati per il profondo senso del dovere ed il rispetto per l’utenza”.

In ciò che emerge dalla comunicazione di Squicciarini la Fit Cisl rimarrà “sempre al fianco dei lavoratori e delle loro esigenze”.

L’auspicio da parte della Fit Cisl è quello della presenza in Azienda, della disponibilità ad un “corretto e costante confronto con le OO.SS.” e un mostrarsi “concretamente vicino alle esigenze dei lavoratori i quali, con diligenza e senso del dovere, continueranno a garantire un servizio essenziale e insostituibile alla comunità ionica”.