“Arte in Corte” ospita Michele Cea

17 luglio 2016
michele cea

di Maria Federica Dimantova

Giovinazzo – Verranno esposte dall’ 1 al 10 agosto, presso la Sala Marano dell’Istituto Vittorio Emanuele II di Giovinazzo, le opere dell’artista contemporaneo Michele Cea, di origini giovinazzesi.

Il Corriere Nazionale, quindi, tornerà a seguire in prima linea le manifestazioni culturali della ridente Giovinazzo. Grazie all’implacabile contributo di Nicola De Matteo, delegato del Sindaco Metropolitano Decaro all’Istituto che ospiterà l’evento, Giovinazzo continua ad ospitare arte e cultura, avvolte nella splendida cornice marittima.

Arte in Corte” il nome dell’evento. Una dimora storica come l’istituto, antico monastero domenicano del 1700, prenderà vita e si trasformerà in un luogo d’accoglienza, di un’arte diversa, attuale, contemporanea. Le opere di Michele Cea, infatti, sono espressione di un’arte visiva che prima ti cattura e solo dopo, cerca di spiegare il significato intrinseco dell’opera.

Michele Cea , la sua arte contemporanea

Michele Cea, è fondatore del Centro Leonardo da Vinci di Milano insieme a Davide Foschi che ha costituito la corrente del “Metateismo” – nuovo rinascimento. Ogni quadro, per Cea, è la rappresentazione di un concetto filosofico. Ansia, inquietudine, messaggi forti che cercano di rappresentare al massimo l’essere umano.

Alla mostra personale di Cea saranno insertate due opere del famoso pittore siciliano Joe Russo.

Nicola De Matteo, tra arte ed organizzazione

Abbiamo già avuto il piacere e l’onore di intervistare Nicola De Matteo, artista, politico, organizzatore dell’evento. Ci siamo occupati, infatti, di seguire “La notte bianca della poesia”, evento letterario svoltosi a giugno nel centro storico di Giovinazzo. Durante questo piacevole evento, infatti, c’è stata un’anteprima delle opere di Michele Cea.

«Opere straordinarie, capaci di mescolare racconto e riflessione – ha detto De Matteo – e colgono al meglio i segni del nostro tempo. Un esempio di arte contemporanea che tratta la materia e i materiali con la stessa incertezza/certezza con cui la storia spia sé stessa. La giovinezza, gli studi, la passione fanno di Michele Cea un artista in cammino dalle prospettive decisamente luminose e con la mappa della vita sempre tra le mani. Pathos e magia – ha continuato Nicola De Matteo – uniti nello sforzo di uscire dalla propria dimensione terrena, dalle antiche diatribe spazio/tempo per raccontare la lungimiranza di un’anima di un’anima pura  e curiosa, sganciata dall’etica convenzionale e da qualsiasi gerarchia di valori scontati

“Arte in Corte”: dati e info

Data: 1 – 10 agosto 2016

Luogo: Giovinazzo, Istituto Vittorio Emanuele II

Orari di visita:  dalle 21:00 alle 23:00

Patrocinio della Città Metropolitana di Bari

Organizzazione: “Accademia delle Culture e dei Pensieri del Mediterraneo”

Referente ed organizzatore: Nicola De Matteo

 

Maria Federica Dimantova